Home Viabilità Domeniche a targhe alterne da ottobre a marzo

Domeniche a targhe alterne da ottobre a marzo

Da quest’anno regole uguali per tutte le province. Modena città avrà targhe alterne giovedì e domenica. In tutta la pianura targhe alterne ma per ora solo di domenica. Carpi ha detto no.


I provvedimenti:

Targhe alterne a fasce orarie il giovedì e la domenica; blocco totale nelle stesse giornate e nelle stesse fasce orarie per i veicoli non catalizzati e per i motorini a due tempi sprovvisti del bollino blu; limitazione alla circolazione privata dei veicoli diesel (ad eccezione degli eco-diesel) nei centri urbani dal lunedì al sabato in specifiche fasce orarie; interventi per la mobilità sostenibile nelle città.
Sono questi i punti principali dell’accordo di programma sulla qualità dell’aria in Emilia Romagna, sottoscritto ieri, che contiene le misure anti-smog in vigore su tutto il territorio regionale dall’autunno alla primavera 2003.

I provvedimenti verranno applicati nel periodo dell’anno (ottobre-marzo, con interruzione delle targhe alterne a dicembre) che statisticamente registra il maggiore inquinamento da traffico urbano.
Il compito di gestire l’accordo, creando i minori disagi ai cittadini, spetterà alla Conferenza dei sindaci. I provvedimenti, di competenza dei singoli comuni, dovranno essere presi entro il 20 settembre ed entro la stessa data dovrà essere avviata la campagna di informazione e comunicazione ai cittadini.

Per la pianura modenese il provvedimento riguarderà tutti i Comuni per ora solo la domenica. Tra i Comuni interessati, oltre a tutti quelli della Bassa e della cintura urbana: Castelfranco, Castelvetro, Formigine, Maranello, Marano, Nonantola, Sassuolo, Savignano, Spilamberto e Vignola.