Home Lavoro Turismo per lavoro

Turismo per lavoro

Nel settore cresce l’occupazione con 54mila assunzioni previste entro la fine di quest’anno.
Tradotte in punti percentuali, queste nuove opportunità rappresentano il 2,4% in più rispetto al 2003 e, dal punto di vista contrattuale, Il 42% delle assunzioni potrà avvenire con contratti a tempo indeterminato, mentre il 45% riguarderà rapporti a tempo determinato.

Il requisito che le imprese chiedono ad un lavoratore su quattro è un diploma o una laurea, mentre un ulteriore 24% dovrà avere una formazione professionale specifica. La situazione è descritta dall’indagine Excelsior 2004, realizzata da Unioncamere e Ministero del Lavoro sui fabbisogni occupazionali delle imprese italiane, resa nota oggi in concomitanza con la Conferenza sul Turismo Italiano in corso a Genova.

Durante il convegno l’intervento del segretario generale di Unioncamere Giuseppe Tripoli: “Il turismo è un banco di prova fondamentale per la ripresa dell’economia. In nessun altro settore l’obiettivo di ‘fare sistema’ è altrettanto importante quanto nel turismo che rappresenta, soprattutto nel Mezzogiorno, un volano potentissimo per restituire competitività e concrete prospettive di crescita ai territori. La strategia per fare sistema – ha aggiunto Tripoli – passa per tre nodi fondamentali, su cui le Camere di Commercio stanno già lavorando: la formazione del capitale umano, per arricchire la qualità dei servizi offerti; la certificazione dei livelli di qualità raggiunti; lo sviluppo del networking, ossia di strategie di aggregazione per rendere più efficace l’azione di migliaia di piccoli e piccolissimi operatori che, singolarmente, incontrano grandi difficoltà a stare sul mercato”.

“Inoltre – ha concluso Tripoli – per essere veramente competitivi e allineare l’Italia ai principali paesi europei occorre far crescere le risorse dirette alla promozione del ‘prodotto Italia’ nel mondo e creare intorno all’ENIT un raccordo operativo capace di non disperdere queste risorse in mille iniziative di scarso impatto”.