Home High-Tech ‘Animoweb’: sabato le premiazioni a Modena

‘Animoweb’: sabato le premiazioni a Modena

Fino a sabato 30 ottobre, Modena diventa la capitale della creatività digitale per il web. Questo grazie al concorso internazionale ‘Animoweb‘ promosso dalla Provincia con lo scopo di selezionare produzioni multimediali e cortometraggi dedicate al tema della donna.


Partecipano al concorso 77 produzioni digitali (giochi, intro e filmati), di cui 33 dall’estero, inviate in questi mesi da studi o singoli creativi da tutto il mondo: in particolare da Stati Uniti, Russia, Brasile, Australia, Olanda, Germania, Belgio, Austria, Spagna, Israele, Singapore e Corea del sud.

Quasi la metà delle proposte sono state realizzate da autrici e da gruppi di creativi composti anche da donne.

Tutte le produzioni sono on line nel sito del concorso Animoweb, dove il pubblico, fino a giovedì 28 ottobre, può votare il filmato preferito.

Oltre ai premi decisi da una giuria di esperti, infatti, è previsto anche il premio del pubblico; in palio ci sono premi complessivi per otto mila euro.

“Investire in nuovi linguaggi – afferma Morena Diazzi, assessore provinciale alle Pari opportunità – significa migliorare la comunicazione, soprattutto verso i giovani. Abbiamo puntato anche sulla creatività delle donne al fine di sviluppare nuove competenze e opportunità”.

La premiazione del concorso si svolge sabato 30 ottobre 2004 al teatro S.Carlo a Modena (via S.Carlo 5, ore 21, ingresso gratuito) e sarà presentata da Michela Miraglia regista teatrale, attrice e conduttrice televisiva.

Durante tutta la giornata di sabato, inoltre, il teatro S.Carlo ospita un vero e proprio festival della animazione digitale con proiezioni di film fuori concorso, seminari, incontri con gli autori a partire dalle ore 10 (sarà possibile seguire le proiezioni anche in una sala del Caffè Concerto in piazza Grande). In programma alcuni corti d’animazione che hanno partecipato ai principali festival internazionali, tra cui il pluripremiato film in 3D “L’uovo” di Dario Picciau e un filmato dedicato ai 50 videogiochi che hanno fatto la storia: dal primo “Space wars” alle più recenti creazioni per il Cube o la Playstation 2 in un’ora di televisione confezionata come se si trattasse di una classifica. Tra le anteprime e i seminari figura anche il regista Riccardo Sai e gli spot della Rete Donne e Lavoro di Bolzano. Prevista anche la proiezione delle produzioni realizzate in questi giorni dagli studenti dell’istituto d’arte Venturi sotto la guida di esperti.

Giovedì 28 e venerdì 29 ottobre al mattino si svolge una proiezione alla sala Truffaut (via degli Adelardi 4) per le scuole.