Home Modena Modena: Servizio Civile, c’è posto per 206 giovani

Modena: Servizio Civile, c’è posto per 206 giovani

Trentatré progetti per 206 posti. Questi sono i numeri del bando per la selezione dei volontari da impiegare nei progetti di servizio civile che interessano il territorio provinciale. La comunicazione arriva dal Copresc, il coordinamento degli enti di servizio civile di Modena presieduto dall’assessore provinciale alle Politiche sociali Maurizio Guaitoli.

Possono fare domanda ragazze e ragazzi tra i 18 e i 28 anni (questi ultimi non ancora compiuti). La durata del servizio è di 12 mesi. Le domande devono essere inoltrate entro venerdì 23 giugno.
I volontari saranno impiegati nei settori di assistenza, cura e riabilitazione, reinserimento sociale, prevenzione e protezione civile, difesa ecologica, tutela e salvaguardia del patrimonio forestale, salvaguardia e fruizione del patrimonio artistico, promozione culturale, educazione.

Ai volontari in servizio civile spetta un trattamento economico netto di 433, 80 euro mensili, una polizza assicurativa a copertura dei rischi, il riconoscimento dell’anno svolto ai fini della copertura previdenziale ed eventuali crediti formativi. Per maggiori informazioni sul contenuto dei progetti e sulle modalità per volontarie e volontari di prendervi parte, è disponibile lo sportello informativo del Copresc di Modena aperto al servizio Informagiovani del Comune di Modena in Piazza Grande 17, tel. 059 2032814, e-mail – web: Copresc.

Gli enti proponenti i trentatré progetti sono: Comune di Modena, Comune di Castelfranco Emilia, Università degli studi di Modena, Cenasca Cisl di Modena, Confraternita di Misericordia di Modena, Movimento apostolico ciechi di Modena, Ministero di grazia e giustizia (dipartimento amministrazione penitenziaria), Caritas diocesana di Modena e Carpi, Arci servizio civile di Modena, Aism sezione di Modena, Unione italiana lotta alla distrofia muscolare sezione di Modena, Lipu sezione di Modena, Comuni del Frignano di Pavullo- Fanano- Serramazzoni- Lama Mocogno – Polinago, Cooperativa sociale l’Arcobaleno, Anffas di Sassuolo e Unci-Anspi di Vignola.