Home Casalgrande Rubiera: fermato dai carabinieri per un controllo e trovato in possesso di...

Rubiera: fermato dai carabinieri per un controllo e trovato in possesso di marijuana

carabinieri_2001Fermato nell’autovettura priva di copertura assicurativa che conduceva senza patente è stato trovato in possesso di una decina di grammi di marijuana. Quest’ultima circostanza ha indotto i Carabinieri della Stazione di Rubiera, ad approfondire gli accertamenti sull’uomo, culminati con una perquisizione domiciliare, conclusasi positivamente in quanto i militari hanno rinvenuto oltre un etto di marijuana e il classico armamentario, come ad esempio il bilancino di precisione, che ne suffragava la detenzione ai fini di spaccio. Ieri pomeriggio, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri di Rubiera hanno arrestato un 34enne disoccupato originario di Novara ed abitante a Casalgrande, trovato in possesso di oltre 120 grammi di marijuana. L’origine dei fatti ieri intorno alle 13,00 quando una pattuglia dei Carabinieri di Rubiera durante un rituale servizio di controllo del territorio, ha fermato in via Ruggerini un’autovettura Fiat Punto risultata condotta dall’uomo, 34enne, che ha dato subito segni di nervosismo e forte disagio. Ai militari insospettiti per tale atteggiamento confessava “il male minore” ovvero giustificava il nervosismo sostenendo di guidare senza patente poiché sospesagli dal 2010 per guida in stato di ebbrezza. Tale circostanza non impediva di fatto ai militari di approfondire gli accertamenti culminati con il rinvenimento di 10 grammi di marijuana trovati nella tasca della giacca. Dalla strada all’abitazione del 34enne il passo è stato breve. Qui, in un mobile della cucina, i militari hanno rinvenuto 117 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e sostanza da taglio. Condotto in caserma e dichiarato in arresto, dopo le formalità di rito l’uomo è stato ristretto a disposizione della Procura reggiana titolare dell’inchiesta. Nella giornata odierna l’uomo comparirà davanti al Tribunale di Reggio Emilia per rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.