Home Reggio Emilia Gli studenti senior di Scandiano in Germania per la conclusione del progetto...

Gli studenti senior di Scandiano in Germania per la conclusione del progetto MTN

ChemnitzLa città di Scandiano è ormai da anni una delle più attive a livello europeo nella partecipazione ai progetti Grundtvig. Si tratta di progetti di apprendimento informale e permanente destinati alla popolazione adulta e senior, basati sul principio che la conoscenza delle proprie e delle altrui radici culturali rappresenti una delle strade principali da percorrere per costruire l’Europa dei cittadini. Nell’ambito di questi progetti biennali, finanziati dall’Unione Europea, i corsisti approfondiscono diversi argomenti sociali e culturali di comune interesse: i risultati conseguiti dai diversi gruppi nazionali vengono condivisi e socializzati coi partner sia sulla piattaforma virtuale, sia in occasione dei meeting previsti annualmente.

A Chemnitz, nella regione tedesca della Sassonia, si è tenuto nei giorni dal 5 all’8 maggio 2013 l’incontro conclusivo del progetto Grundtvig “MTN: More than neighbours”, che, già dal titolo (“Più che vicini”), sottolinea la volontà di abbattere ogni barriera volta a rendere difficoltosa la comunicazione interculturale. La collaborazione attiva tra AICCRE Emilia-Romagna( in qualità di Applicant) e Comune di Scandiano (quale soggetto incaricato della realizzazione) ha consentito l’implementazione propositiva del progetto. A Chenmitz il gruppo di Scandiano (composto da 16 persone) ha incontrato, oltre al gruppo tedesco ospitante, gli studenti provenienti da La Coruña (Spagna), Ghent (Belgio), Liberec (Rep. Ceca) e Lublin (Polonia).I nostri partner hanno particolarmente apprezzato il lavoro svolto dal gruppo italiano, soprattutto per la ricchezza dei temi affrontati: i rapporti fra generazioni, il tempo libero, il cibo e nutrizione, invecchiamento attivo, ecc.). L’arricchimento culturale, che costituisce uno degli scopi di queste iniziative, è stato quest’anno particolarmente forte in quanto il gruppo, dopo Chemnitz, ha avuto la possibilità di visitare Dresda, città gioiello incredibilmente rinata dalle ceneri di una distruzione pressoché totale, e Berlino, divenuta ormai la capitale europea per quanto riguarda il fermento artistico e la capacità di far convivere il patrimonio storico con soluzioni architettoniche e urbanistiche totalmente innovative. La scelta di tenere il meeting conclusivo nella ex DDR , simbolo per anni di divisioni drammatiche e adesso emblematica della voglia di unità, progresso e crescita comune, ha rappresentato un valore aggiunto per questa bella esperienza.