Home Appennino Reggiano Contributi dal Gal per qualificare le piccole e medie imprese alimentari in...

Contributi dal Gal per qualificare le piccole e medie imprese alimentari in Appennino

“Il Gal intende accrescere il valore dei prodotti agricoli. Stavolta lo fa, però, con un bando non per le aziende agricole, ma per le piccole e medie imprese di trasformazione e/o commercializzazione di prodotti agroalimentari”. Sono le parole di Luciano Correggi, presidente del Gal Antico Frignano e Appennino Reggiano nel presentare il bando, in scadenza il 16 settembre 2012 e pubblicato in questi giorni con il titolo “Aiuti alle piccole e medie imprese alimentari dell’appennino modenese e reggiano per lo sviluppo della prima trasformazione e della commercializzazione dei prodotti agricoli”. E’ la misura 411 – Azione 5 del Piano di Azione Locale, attivazione con approccio Leader della Misura 123. “Un bando che si riferisce ad aziende produttive, che effettuano la prima trasformazione delle produzioni agricole in prodotti agroalimentari vanto gastronomico dei nostri territori, e che potranno usufruire di contributi in conto capitale per sostenere gli investimenti relativi al ciclo produttivo e alla rete di vendita”.

Le imprese beneficiarie dovranno dimostrare le forniture dirette dei prodotti che verranno trasformati, mediante accordi di fornitura diretta pluriennali con le imprese agricole, garantendo loro un’adeguata remunerazione. In questo modo si qualifica e si consolida sul territorio una azione sinergica e sostenibile fra le imprese agricole e quelle di trasformazione, a vantaggio del consolidamento produttivo ed economico del territorio. Potranno accedere al bando, ad esempio, progetti di qualificazione e vendita delle produzioni conserviere delle carni, dei piccoli frutti e degli ortaggi, del settore ovicunicolo, degli aceti e del miele, della caseificazione del latte ovicaprino ed altro. Al riguardo della filiera del latte vaccino, potranno essere ammessi solo progetti relativi alla qualificazione della rete di vendita. “Con questo bando una parte del valore aggiunto si dovrebbe trasferire verso le aziende agricole” aggiunge Correggi.

“100.000 euro è l’investimento minimo richiesto, 40% il contributo elargito in conto capitale (per un massimo di 200.000 euro), 298.359 euro è la dotazione del bando – spiega il direttore del Gal, Gualtiero Lutti – che si rivolge alle aree svantaggiate dell’Appennino reggiano e modenese e sia a piccole che medie imprese, con un massimo di 250 dipendenti e fino a 50 milioni di euro di fatturato”.

Pur con esclusioni a seconda del settore di intervento, sono ammissibili a sostegno, le spese per investimenti quali: costruzione e ristrutturazione di immobili; acquisto di impianti, macchinari ed attrezzature; acquisto di software; realizzazione siti internet; acquisto di brevetti e licenze; onorari di professionisti e consulenti, studi di fattibilità connessi al progetto presentato. Gli investimenti proposti dovranno essere finalizzati a: realizzazione, ristrutturazione, ammodernamento di impianti di condizionamento, trasformazione, commercializzazione dei prodotti della filiera agroindustriale; introduzione di tecnologie innovative finalizzate a rispondere a nuove opportunità di mercato; impianti e tecnologie funzionali alla razionalizzazione del ciclo produttivo ed alla qualificazione delle produzioni anche sotto l’aspetto della sicurezza alimentare; ottenimento di livelli di sicurezza sul lavoro superiori a quelli previsti dalla normativa vigente; tutela dell’ambiente ed alla prevenzione degli inquinamenti; recupero ed allo smaltimento di rifiuti e sottoprodotti di provenienza agroindustriale, anche con finalità energetiche; razionalizzazione ed al potenziamento delle fasi di logistica; risparmio energetico nell’attività di condizionamento, trasformazione, commercializzazione dei prodotti della filiera agroindustriale.

Le domande di partecipazione devono essere presentate entro il 16 settembre 2013 utilizzando il Sistema Operativo Pratiche secondo le procedure e le modalità indicate dall’Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura (Agrea) per l’Emilia Romagna, disponibili sul sito http://agrea.regione.emilia-romagna.it. E’ prevista la compilazione elettronica con protocollazione su Sop presso un Centro assistenza agricolo o la compilazione semi-elettronica con protocollazione presso il Gal. Sul sito del Gal Antico Frignano e Appennino Reggiano è possibile scaricare l’intero bando: www.galmodenareggio.it