Home Modena Il Fondo sicurezza del Comune di Modena integrato per altri 29 risarcimenti

Il Fondo sicurezza del Comune di Modena integrato per altri 29 risarcimenti

Sono 177 le domande di risarcimento giunte nel 2017 agli sportelli di aiuto alle vittime Non da Soli e all’Ufficio Politiche per la Legalità e le Sicurezze del Comune di Modena; di queste 169 sono state ritenute ammissibili e pertanto risarcite per un importo complessivo di oltre 25 mila euro.

Il Fondo di risarcimento rientra tra le iniziative del Comune realizzate per la prevenzione dei reati e per l’aiuto alle vittime di alcune fattispecie di reato come furti in appartamento o su autoveicoli, borseggi, scippi. Negli anni, grazie anche all’attività di promozione del servizio realizzata insieme ai volontari durante le fiere, al mercato del lunedì, all’interno dei Centri commerciali e in centro storico in occasioni particolari, è cresciuto il numero delle vittime che vi hanno fatto ricorso.

Nei primi mesi del 2018 sono state accolte altre 29 domande per complessivi 4.770 euro di risarcimenti. Per procedere a tali risarcimenti l’amministrazione ha pertanto provveduto a integrare il Fondo per ulteriori 6mila euro.

Per richiedere di poter accedere al fondo occorre essere in possesso della denuncia di reato; presentare la domanda e le ricevute fiscali delle spese sostenute per la riparazione dei danni materiali subiti o per la duplicazione dei documenti personali rubati entro 90 giorni dalla denuncia di reato. La documentazione va presentata presso uno degli sportelli Non da Soli o all’Ufficio per la Legalità e le Sicurezze in via Scudari 20; sul sito www.comune.modena.it/politichedellesicurezze è possibile scaricare i moduli, il regolamento e il materiale informativo.

Inoltre, il Comune di Modena partecipa con 7mila euro al Fondo per la sicurezza della Camera di Commercio, che eroga contributi alle imprese per l’installazione di sistemi di difesa passiva per prevenire furti, rapine e atti di microcriminalità.

Le domande per accedere ai contributi si possono presentare da lunedì 16 aprile a venerdì 11 maggio, ma è già possibile precompilare il modello base in WebTelemaco. Bando e informazioni sono consultabili on line (www.mo.camcom.it).