Home Ambiente A Reggio Emilia il premio ‘Civitas’ per la creazione dei mobility manager...

A Reggio Emilia il premio ‘Civitas’ per la creazione dei mobility manager scolastici

Ancora una volta Reggio Emilia viene premiata a livello europeo per le proprie politiche di mobilità: ieri, giovedì 20 settembre, nel corso della cerimonia di premiazione che si è tenuta a Umea, in Svezia, il Comune di Reggio è stato infatti insignito del premio Civitas ‘Take up Award’, dedicato alla miglior azione di scambio di conoscenze. Il premio è stato assegnato alla nostra città per aver ospitato una visita studio che ha ispirato altre autorità locali a riproporre alcune misure di mobilità qui osservate.

Nell’ottobre 2017 una delegazione di 10 tecnici di 6 Comuni da tutta Europa (Leon – Spagna, Krusevac – Serbia, Labin – Croazia, Sarajevo – Bosnia, Stragnas – Svezia, Soisson – Francia) hanno infatti visitato Reggio Emilia per conoscere nel dettaglio l’approccio promosso dall’Amministrazione comunale sul tema del mobility management scolastico e su come migliorare la mobilità casa-scuola. Reggio Emilia ha promosso un approccio multidisciplinare al tema della mobilità scolastica e ogni anno realizza, attraverso la collaborazione diretta con scuole e associazioni, progetti e iniziative che da oltre un decennio coinvolgono migliaia di studenti.

Pochi mesi dopo la visita studio, caratterizzata da due giorni intensivi di workshop e visite alle scuole di Reggio Emilia, due di queste città, Leon e Krusevac, hanno attivato alcune misure ispirate alle attività con gli asili e hanno promosso la rete di mobility manager scolastici.

A ritirare il premio a Umea, all’interno della conferenza annuale dell’iniziativa Civitas, l’assessore a Infrastrutture del territorio e beni comuni Mirko Tutino, il dirigente comunale a Mobilità e traffico David Zilioli e Cristina Pellegrini del Servizio mobilità.

“Il confronto avvenuto in questi giorni con tante altre realtà europee ci aiuta a programmare ancora meglio il futuro delle nostre città – dice Tutino – Stiamo facendo scelte in linea con le migliori realtà europee: i progetti che coinvolgono le scuole, gli investimenti sulla ciclabilità, le zone 30, la pedonalizzazione del centro e il rilancio del trasporto pubblico. Il premio Civitas ci aiuta a proseguire in questa direzione e a cercare di fare sempre meglio, trovando un equilibrio tra una strategia di lungo periodo e la risoluzione dei problemi quotidiani della città”.

Si tratta del terzo premio vinto dal servizio comunale Mobilità negli ultimi sei anni: nel 2012 ha vinto il premio Civitas per la partecipazione degli stakeholder al ‘Manifesto per una mobilità autonoma, sostenibile e sicura nei percorsi cada-scuola’, mentre nel 2015 ha vinto il premio ‘Città Civitas dell’anno’ per i contenuti di innovazione nei progetti e nelle azioni di trasporto urbano sostenibile all’interno del Piano urbano della mobilità approvato nel 2008.

CIVITAS – Civitas – acronimo di Città, vitalità e sostenibilità – fa parte della programmazione europea per l’implementazione di strategie di trasporto urbano sostenibili. Sono circa 250, di cui 30 italiane, le città rappresentate al Forum Civitas,. Ogni anno vengono assegnati premi per le città che si sono particolarmente distinte nel campo della mobilità.

Reggio Emilia entra a far parte del Forum nel 2010 e dal 2013 ha la responsabilità del network nazionale Civinet Italia, che si propone di diffondere il programma Civitas in Italia. Gli obiettivi di Civitas sono: promuovere e implementare misure di trasporto urbano sostenibili, pulite ed efficienti dal punto di vista energetico; implementare pacchetti integrati di tecnologia e strategie nel settore energetico e dei trasporti; costruire massa critica e mercato per l’innovazione.

Reggio Emilia è la città, insieme a Bologna, che detiene il record dei premi Civitas vinti fin dalla loro istituzione.

IL NUOVO PUMS – E sempre in materia di mobilità e partecipazione, il Comune nelle scorse settimane ha avviato una fase di consultazione dei cittadini in merito alla definizione congiunta della mobilità locale e del Pums – Piano urbano della mobilità sostenibile, lo strumento con cui si stabiliscono politiche e strategie per lo sviluppo e la pianificazione degli spostamenti nell’area urbana. Tutti coloro che sono interessati, oltre a partecipare alle assemblee pubbliche, possono inviare contributi e suggerimenti relativi ai documenti preliminari (disponibili su www.comune.re.it/nuoveideeincircolazione) mandando una mail al Comune di Reggio (pums@comune.re.it) o al Servizio valutazione impatto e promozione sostenibilità ambientale della Regione Emilia Romagna (Vipsa@Regione.Emilia-Romagna.it).

MOBILITA’ E PROGETTI EUROPEI – Il servizio del Comune di Reggio Mobilità è da sempre molto attivo nella progettazione europea: negli ultimi 5 anni ha infatti partecipato a sei diversi progetti per migliorare le politiche locali di mobilità. Attualmente sono tre i progetti attivi: Resolve, dedicato alla mobilità di merci e persone di carattere commerciale verso il centro storico, School Chance, sulla mobilità scolastica, e Park4sump, sul miglioramento delle politiche di parcheggio e sulla loro integrazione nel Pums. Nei prossimi mesi il Servizio sarà coinvolto in diverse attività legate a questi progetti. Resolve si concluderà nel 2019 con un piano si azione per il miglioramento dell’accessibilità e la valorizzazione del centro storico, una delle più importanti aree commerciali della città. In ottobre inoltre Reggio Emilia ospiterà una visita studio con 7 delegazioni straniere all’interno del progetto School Chance: nel corso della due giorni, i 30 partecipanti, tecnici di autorità locali e regionali provenienti da 6 paesi europei partner del progetto, avranno l’opportunità di osservare direttamente le molteplici attività e progetti legati alla mobilità scolastica che il servizio Mobilità ha messo a punto negli ultimi dieci anni.