Home Cronaca Caffè con borseggio: barista denunciato nel reggiano

Caffè con borseggio: barista denunciato nel reggiano

Dopo aver consumato un caffè è uscita dal bar alleggerita del portafoglio: il barista approfittando che la cliente aveva lasciato nel tavolo dove si era seduta se ne appropriava impossessandosi del contante pari a circa 125 euro custodito all’interno. Grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza visionate dai carabinieri, i militari di Montecchio Emilia, a cui la derubata aveva presentato denuncia contro ignoti, accertavano che l’autore del furto era il barista di un bar del reggiano che si era impossessato del portafoglio che la cliente, dopo aver preso il caffè, aveva dimenticato su di un tavolo del bar.

Con l’accusa di furto aggravato quindi i carabinieri della stazione di Montecchio Emilia hanno denunciato alla Procura di Reggio Emilia un 60enne reggiano. Secondo la ricostruzione investigativa dei carabinieri di Montecchio Emilia, supportata anche dalle immagini del sistema di videosorveglianza del bar visionate dai carabinieri, la vittima, una 50enne reggiana, dopo essere entrata nel bar, accompagnata da un’amica usciva dimenticandosi il portafoglio. Giunta a casa si accorgeva della mancanza del portafoglio e tornata al bar chiedeva al titolare se lo avesse trovato all’interno del locale ricevendo risposta negativa. Uscita dal locale, mentre cercava all’esterno il portafoglio nell’ipotesi gli fosse caduto, veniva raggiunta dal barista che le consegnava il portafoglio riferendo di averlo appena rinvenuto nel cestino del bagno delle donne. Dall’immediato controllo la donna si accorgeva dell’ammanco del danaro contante per 125 euro. A seguito della denuncia formalizzata ai carabinieri di Montecchio Emilia, grazie alla visione dei filmati del sistema di videosorveglianza del bar, i militari appuravano un’altra verità. Il ladro infatti è risultato essere proprio il barista che trovato il portafoglio lo infilava in tasca per poi, in assenza di clienti all’interno dell’esercizio, aprirlo e prenderne i soldi. Quindi la messinscena riferita alla donna quando, presentatasi nel locale, chiedeva notizie sul suo portafoglio. Acquisiti tali elementi i carabinieri procedevano a denunciare il barista per l reato di furto.