Home Bassa modenese Azienda agricola La Fenice Soliera, la protesta dei profughi non pagati prosegue...

Azienda agricola La Fenice Soliera, la protesta dei profughi non pagati prosegue con un presidio domani 24 dicembre

Continuerà domani, lunedì 24 dicembre 2018, a partire dalle 11.30, la protesta dei venti lavoratori migranti occupati per due mesi nella raccolta delle pere presso l’azienda agricola “La Fenice” di Soliera (MO) e non ancora pagati.

I venti ragazzi africani, sbarcati circa un anno fa in vari porti italiani (Lampedusa, Reggio Calabria, Palermo) sono alloggiati a Carpi e si spostano solo in bicicletta. Hanno iniziato a lavorare a metà agosto presso l’azienda agricola solierese e hanno ricevuto regolare retribuzione per le giornate effettuate in tale mese. Tuttavia, per la maggior parte dell’attività (concentrata nel mese di settembre), hanno dovuto prima attendere la metà ottobre (ormai a fine raccolta) per avanzare la richiesta della busta paga e della retribuzione. Il responsabile dell’azienda ha però rinviato settimana dopo settimana la data del pagamento, fino ad arrivare a metà dicembre quando, grazie all’intervento della FLAI-CGIL è stato possibile ottenere almeno i prospetti paga che vanno dai 400 agli 800 euro, ma le retribuzioni non arrivano ancora.

La protesta continuerà quindi domani davanti alla sede dell’azienda agricola “La Fenice” in Via Ca’ Vecchia n. 84 a Soliera (MO), indirizzo che coincide con il prestigioso Agriturismo “Le Vigne della Duchessa Country Resort”.