Home Politica Gino Venturelli annuncia l’adesione alla lista Sassuolo 2020

Gino Venturelli annuncia l’adesione alla lista Sassuolo 2020

“Arrivato quasi alla conclusione della mia esperienza di cinque anni come consigliere comunale ho riflettuto, vista anche la vicenda che mi ha visto prima all’interno del Pd e poi all’opposizione della maggioranza di centro-sinistra, sull’opportunità di continuare nell’impegno politico e in che modo. La mia attività è sempre impostata in senso civico, non partitico: ho raccolto, fatto mie e in diversi casi contribuito a realizzare, istanze che arrivavano da ogni partito e schieramento, senza fare distinzioni di colore o orientamento. Il faro è sempre stato il bene della città e dei cittadini. Il mio impegno quindi proseguirà, ma ha bisogno di uno schieramento in cui prevalga l’impegno civico e non esistano steccati, diktat e veti in nome dell’appartenenza di partito”. Così il consigliere Gino Venturelli che aggiunge:

“Ho deciso quindi di aderire alla lista Sassuolo 2020, con cui già da mesi ho avviato contatti e impegno comune, perchè credo che Giorgio Barbieri, che ne è stato il promotore e a cui vanno i miei più sentiti ringraziamenti per il lavoro svolto in questi anni, abbia interpretato ineccepibilmente proprio questo tipo di lavoro: Sassuolo al primo posto rispetto ad interessi sovracomunali.

Ho sostenuto in questi giorni la candidatura di Emanuel Manfredini, che poteva essere un personaggio rappresentativo della città oltre i confini dei partiti e soprattutto per il suo richiamo a una politica rivolta principalmente ai giovani che vogliano costruire un futuro.

La candidatura non si è concretizzata proprio per quella serie di dinamiche e imposizioni dall’alto che caratterizzano negativamente la politica locale sia a destra che a sinistra e che in tutta la legislatura ho cercato di superare in nome del bene comune, che è e dovrebbe essere sempre solo Sassuolo. Continuo e rinnovo quindi il mio impegno nella lista Sassuolo 2020, una lista civica chiaramente non creata per uso elettorale, visto che la sua esperienza prosegue anche alla fine di questo mandato: segno che qualcosa è stato costruito per la città e non per la maggioranza di turno.

La mia intenzione è raccogliere lo stimolo di Manfredini e coinvolgere in una lista senza simboli di partito, il maggior numero possibile di giovani e giovanissimi desiderosi di contribuire al futuro, il loro e quello della città: a loro dico di impegnarsi direttamente, di raccogliere l’invito di una lista che ha sempre raccolto persone provenienti dalla società civile e dal mondo imprenditoriale, dimostrando che si può provare a cambiare modus operandi mantenendo Sassuolo al centro, al di là delle ideologie e dei partiti”, conclude.