Home Appennino Reggiano La Giunta di Castelnovo Monti ha incontrato il nuovo Responsabile d’area e-distribuzione

La Giunta di Castelnovo Monti ha incontrato il nuovo Responsabile d’area e-distribuzione

Nei giorni scorsi il Sindaco di Castelnovo Enrico Bini insieme ad altri membri della Giunta, e nello specifico gli Assessori Chiara Borghi e Giorgio Severi, ha svolto un incontro con il nuovo Responsabile di E-Distribuzione per la zona di Reggio Emilia e Modena, a seguito del recente avvicendamento che riguarda anche il territorio appenninico. Infatti E-Distribuzione è la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, e negli ultimi anni, in particolare a partire dall’inverno 2017, ha eseguito diversi interventi di rafforzamento delle linee in montagna per evitare il ripetersi di blackout prolungati e frequenti che erano stati registrati in diverse frazioni del territorio in occasione delle ondate di maltempo.

“Nei giorni scorsi – spiega il Sindaco di Castelnovo Monti, Enrico Bini – è subentrato un nuovo Responsabile  per Reggio Emilia e Modena, e abbiamo richiesto un incontro per conoscerlo, ma anche salutare e ringraziare Luca Alfonsi per la collaborazione di questi anni. Abbiamo quindi dato il benvenuto al nuovo Responsabile Vincenzo Ferrara, che prende il suo posto. L’incontro in Municipio a Castelnovo è stato l’occasione per pianificare le prossime azioni da portare avanti, in continuità con il lavoro svolto dopo i problemi degli inverni tra il 2015 e il 2017. A partire proprio dal 2017 con E-Distribuzione e con Alfonsi in particolare eravamo riusciti a stabilire un dialogo costante che ha dato buoni risultati. Il “Progetto Resilienza” ha visto rilevanti interventi per l’innovazione strutturale e tecnologica di tutta la rete elettrica dell’Appennino Reggiano, con nuove linee interrate e di ultima generazione a Castelnovo Monti in particolare nelle frazioni di Costa de’ Grassi, Vigolo, Parisola, Carnola e Bondolo, ma anche in altri Comuni come la nuova linea a Cavola di Toano, e in generale una maggiore attenzione verso le manutenzioni sugli alberi e le piante che rischiavano di cadere sui cavi in caso di maltempo. Siamo convinti che questo dialogo possa continuare con gli stessi risultati con Vincenzo Ferrara, al quale rinnoviamo l’augurio di un buon lavoro”.