Home Appennino Modenese Primo bilancio sulla stagione delle stazioni sciistiche dell’Appennino modenese

Primo bilancio sulla stagione delle stazioni sciistiche dell’Appennino modenese

La stagione sciistica nell’Appennino modenese prosegue almeno fino alla fine del mese di marzo, ma già da ora è possibile fare un primo bilancio positivo, in termini di affluenza sulle piste, in linea con i dati della stagione record precedente, nonostante la partenza sia avvenuta un mese dopo, a metà dicembre, quando nel 2017 iniziò addirittura a metà novembre.

I primi numeri sono stati illustrati nel corso di un incontro nella sede della Provincia che si è svolto martedì 5 marzo, al quale hanno partecipato Luca Gozzoli, capo di gabinetto del presidente della Provincia Gian Domenico Tomei, Daniela Contri, sindaco di Riolunato e presidente dell’Unione del Frignano, Leandro Bonucchi, sindaco di Montecreto, Luigi Quattrini in rappresentanza del Consorzio del Cimone, e rappresentanti dei Comuni.

Sull’andamento della stagione in termini di skipass, Quattrini ha confermato che rispetto alla media degli ultimi cinque anni la stagione in corso sta registrando un più 15-20 per cento.

Bene anche lo sci di fondo a Frassinoro, nonostante un avvio anche qui in ritardo, con le piste che saranno aperte anche il prossimo fine settimana; buono l’andamento complessivo anche alla stazione delle Polle, come ha confermato il sindaco Contri.

Nel corso dell’incontro è stato fatto sugli investimenti necessari, con una attenzione particolare alla necessità di migliorare i servizi in quota, oltre a garantire l’apertura per tutta la stagione della stazione di Montecreto attraverso il potenziamento degli impianti con una nuova seggiovia e l’ammodernamento dell’innevamento artificiale.

E’ emersa la necessità di aggiornare il piano della Provincia, in accordo con i Comuni e i gestori, sulla base dell’esperienza di questa stagione e in vista di un prossimo incontro dove saranno individuati in maniera più puntuale gli interventi prioritari, oltre ai servizi il potenziamento degli impianti di innevamento programmato e dei bacini idrici, fondamentali come confermato anche dall’andamento di questa stagione, le revisioni degli impianti di risalita, la qualificazione dei servizi e la diversificazione dell’offerta.

Ma intanto la stagione sciistica sul Cimone non è certo finita anche dal punto di vista degli appuntamenti sportivi: nel fine settimana da venerdì 22 a domenica 24 marzo sono in programma sulle piste di passo del Lupo i campionati nazionali giovanissimi.