Home Modena Turismo: Modena cresce ancora, un convegno

Turismo: Modena cresce ancora, un convegno

Negli ultimi quattro anni i turisti in provincia di Modena sono aumentati quasi del 50 per cento (48,72), a fronte della crescita media regionale del 23,2; i pernottamenti in provincia di Modena crescono del 40 per cento circa (39,9) mentre in Regione la crescita è del 14,4.

I dati 2018, finora inediti, confermano il trend di crescita con circa 670 mila turisti in provincia di Modena (+1,3% rispetto al 2017) e 1, 6 milioni di pernottamenti con una crescita del 6,3% sul 2017, superiore alla crescita media regionale (1,4).

Si osserva inoltre una crescita di turisti dall’estero (2,6%) maggiore rispetto a quella degli italiani (0,7%), mentre il trend è opposto per i pernottamenti: + 7% rispetto al 2017 per gli italiani e + 4,8 % per quelli esteri. Aumenta la permanenza media in provincia di Modena, che nel 2018 passa da 2,2 a 2,3 notti. L’aumento dei turisti da fuori Italia è confermato anche dai dati del sito Unesco patrimonio dell’umanità di piazza Grande (in Ghirlandina + 70% rispetto al 2015).

Complessivamente nel contesto regionale la provincia di Modena presenta la più alta percentuale di crescita di turisti negli ultimi quattro anni, mentre si colloca al terzo posto per la crescita dei pernottamenti.

Al turismo a Modena e le sue prospettive è dedicato il convegno a invito “Modena e Provincia: il turismo è realtà. Analisi, tendenze e progetti”, che si svolge nella mattinata di mercoledì 13 marzo al Teatro San Carlo di Modena. Il convegno parte dai risultati ottenuti con le azioni intraprese da enti, istituzioni e privati a partire da Expo 2015, per condividere nuove linee strategiche da sviluppare per il turismo.

Organizza il Comune di Modena, in collaborazione con Camera di Commercio, Fondazione Cassa di risparmio e Provincia di Modena. L’appuntamento si inserisce in un progetto voluto dagli enti per lo sviluppo di un piano di marketing strategico per Modena e provincia e il titolo nasce dalla considerazione che i dati sui flussi turistici a Modena testimoniano, appunto, che il turismo è realtà, con un andamento positivo dal 2015 a oggi sia in città che in provincia, grazie a un lavoro portato avanti nel corso di questi anni. Il convegno vuol essere un momento di condivisione con tutti gli attori locali, pubblici e privati, dei settori turismo, cultura, economia, formazione, che a vario titolo sono interessati allo sviluppo turistico del territorio. Quanto ai numeri, le cifre sono sempre in crescita per il sito Unesco con, nel 2018, almeno 300mila visitatori stimati al Duomo (su 760 mila accessi totali) e circa 50 mila in Ghirlandina con stranieri in forte crescita (oltre + 70% rispetto al 2015): dai 24 al giorno nel 2015 a 43 nel 2018, mentre la media giornaliera dei visitatori della Torre passa da 133 a 179, con circa 45 visitatori in media in più al giorno nel 2018 rispetto al 2015, per una crescita complessiva del 34%. Il sistema sperimentale di prenotazione dei gruppi per visite al Duomo, avviato nel 2018 e gestito dallo Iat, ha registrato prenotazioni di 533 gruppi, per 17.555 persone totali di cui quasi un terzo, 5.230, erano stranieri. Allo Iat, a conferma della crescita dei turisti, sono aumentati gli accessi del 26% rispetto al 2017, raggiungendo circa 45 mila all’anno.

Tra maggio 2015 e dicembre 2018 è cresciuta del 58% la vendita del biglietto unico sito Unesco, mentre le presenze nelle Sale storiche di Palazzo Comunale registrano una crescita del 73 %, con oltre 28 mila visitatori all’anno. Crescono del 40 % dal 2015 al 2018 anche gli accessi ai Musei del Duomo, con oltre 12 mila visitatori in un anno. L’acetaia comunale, ha superato i 6 mila visitatori in un anno, con un andamento in crescita. Le visite guidate nel 2018 in piazza Roma a Palazzo Ducale, nei turni del sabato e domenica previsti dalla convenzione Comune – Accademia Militare, sono state oltre 4 mila rispetto alle circa 3 mila del 2017.

Straordinarie le performance dei Musei Ferrari che tra Maranello e Modena hanno registrato oltre mezzo milione di visitatori (oltre 175mila al Mef del capoluogo).

I partecipanti alla tavola rotonda

Moderato da Laura Dominici, caporedattore di Guida Viaggi, il convegno “Modena e Provincia: il turismo è realtà. Analisi, tendenze e progetti” prevede nella prima parte, alle 10, le relazioni del sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli, del presidente della Camera di Commercio Giuseppe Molinari, di quello di Fondazione CrMo Paolo Cavicchioli, dell’assessora a Promozione della città e turismo Ludovica Carla Ferrari e del presidente di Unioncamere Emilia-Romagna Alberto Zanbianchi. Segue la presentazione dell’analisi svolta dall’agenzia di comunicazione Mailander, quindi la tavola rotonda “Prodotti e target: quali trend turistici?”, con esperti come Roberta Garibaldi, autrice del Rapporto sul turismo enogastronomico italiano, Stefano Bonini, Partner Trademark Italia, Mara Manente, direttrice del Ciset, Laura Capasa, Head of Marketing Europe Travelport, e Michele Bernelli, direttore di BC (rivista di cicloturismo).

I lavori che hanno portato al convegno di mercoledì 13 marzo sono iniziati a luglio 2018 con un’analisi durata alcuni mesi commissionata dalla Camera di Commercio di Modena all’agenzia di comunicazione Mailander. L’analisi ha evidenziato i punti di forza e di debolezza del territorio – in termini di governance, prodotti turistici e comunicazione – oltre al contesto generale dell’offerta e del sistema turistico locale. Partendo dai risultati emersi, si sta ora lavorando a un piano di marketing strategico del turismo del territorio modenese, commissionato dal Comune di Modena con la collaborazione della Fondazione Cassa di risparmio di Modena, che si concluderà nei prossimi mesi. L’obiettivo è potenziare le azioni in materia di turismo in funzione dei positivi e costanti tassi di crescita registrati in questi anni.

Al convegno partecipano operatori ed esperti del turismo. Laura Dominici dal 2005 è caporedattore del settimanale Guida Viaggi, dopo aver lavorato in redazione di TTG Italia, collaborando anche con giornali stranieri di settore (EchoTouristique Francia e Fvw, Germania). Collabora col Sole 24 Ore per la pagina di turismo.

Roberta Garibaldi, docente all’Università di Bergamo, è autrice del Rapporto annuale sul turismo enogastronomico italiano, membro del Board of Advisors e ambasciatore per l’Italia della World Food Travel Association. Da oltre 20 anni si occupa professionalmente di turismo, in ambito accademico e istituzionale. È autrice di numerose pubblicazioni e regista di molteplici progetti di promozione dei territori e del turismo enogastronomico e culturale, applicati in tutta Europa.

Stefano Bonini, esperto di marketing, comunicazione turistica e ristorazione, è dal 2004 partner di Trademark Italia, storica società di consulenza turistico-alberghiera di Rimini. Ha diretto e coordinato consorzi di promozione turistica in varie aree italiane, e tuttora è il coordinatore del Consorzio Turistico della Wellness Valley che coinvolge operatori e stakeholders di tutto il territorio della Romagna.

Mara Manente, direttore Ciset, associazione senza fini di lucro che lavora sia sul fronte della ricerca e della consulenza sia della formazione universitaria (con il Master in Economia e Gestione del Turismo) e manageriale. Ha una formazione economica e oltre 20 anni d’esperienza in ricerca e consulenza sulla macro economia turistica. È consigliere di istituzioni nazionali e internazionali che si occupano di economia del turismo a partire dallo Steering Committee dell’Unwto, passando per l’Unione Europea, Eurostat e Istat. È co-autrice del report annuale sulle tendenze del turismo in Italia dai dati Banca d’Italia.

Laura Capasa, è stata nominata nel 2014 Head of Marketing di Travelport per l’Europa. Prima di entrare in Travelport nel 2004, Capasa aveva già maturato una significativa esperienza nel campo del marketing in diversi settori dell’industria dei viaggi, con incarichi nel tour operator Kuoni e in British Airways, fino ad assumere il ruolo di responsabile Marketing per la compagnia aerea Air One.

Michele Bernelli, giornalista professionista, freelance sui temi della salute naturale e del biologico, ha scritto guide di viaggio, tra cui quella dedicata a Modena per l’editore Touring Club Italiano e Slow Food. Dal 2016 è direttore responsabile della rivista BC, dedicata in particolare al cicloturismo.