Home Politica Modena: Epifani, quella del Governo è controriforma

Modena: Epifani, quella del Governo è controriforma

”La riforma delle pensioni del Governo in realtà è una controriforma perchè innalza a 40 anni di contributi e a 65 anni l’età. Quello che viene prefigurato a partire dal 2008 potrebbe diventare addirittura la riforma strutturale. Se si fa saltare quello che prevede attualmente la legge Dini, va da sè che poi diventa difficile anche per il futuro, una volta alzate le soglie, poter tornare indietro”. Così Guglielmo Epifani è tornato a parlare della questione pensioni partecipando a Modena al direttivo dei delegati e dei quadri della Cgil.

A margine dell’assemblea, il segretario della Cgil ha parlato anche della politica finanziaria. ”Non diamo un giudizio molto positivo sulle scelte che il Governo ha fatto in questi anni – ha detto – Sentiamo parlare di condono edilizio, di condono fiscale, previdenziale, cartolarizzazione. Tutte cose che non sono accettabili. Non si può continuare a immaginare di premiare i furbi e di scoraggiare le persone oneste. Si determina un problema morale: il rischio è di ingenerare nei cittadini l’idea che si può violare la legge contando sulla sanatoria. Un Paese civile non può comportarsi così”.