Home Cinema ‘The Passion’: mobilitazione per vietarlo agli under 14

‘The Passion’: mobilitazione per vietarlo agli under 14

“Chiediamo al ministro Urbani di intervenire immediatamente per inserire il vietato ai minori di 14 anni nel film ‘The passion’ “. Così Maria Rita Munizzi, presidente nazionale del Moige, Movimento Italiano Genitori, prende posizione nei confronti del film di Mel Gibson che il 7 aprile uscirà anche nel nostro paese.

‘Il Giornalino’ ha aperto la discussione se vietarlo o meno ai minori di 14 anni. Il Movimento italiano Genitori (Moige) ha chiesto al ministro Urbani il “bollino rosso”. Maria Rita Munizzi, presidente nazionale, ha detto: “Ancora una volta il sistema di controllo delle produzioni cinematografiche in italia esprime la sua inefficacia nel cogliere la necessità di tutela dei minori. Il film vietato in Usa e in Inghilterra, in Italia esce completamento libero da vincoli con possibilità di visione ad un pubblico di minori. Sappiamo bene con chiarezza le immagini crude e realistiche della violenza che è presente nella pellicola, per cui è auspicabile che sia vista solo da un pubblico adulto. Le conseguenze per i minori possono essere traumatiche sul piano psichico”.

“Una decisione sbagliatissima che, d’altro canto, rispecchia fedelmente il liberalismo tutto italiano nel rapporto cinema-minori”. A pensarla così è il presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori, Antonio Marziale. “La pellicola – spiega Marziale – è densa di scene ad alta tensione emotiva e rovescia sugli spettatori scene di inaudita violenza con effetti tridimensionali assolutamente sconsigliabili ai cardiopatici di ogni età, ma anche ai bambini”.