Home Ambiente Secchia: in corso opere di consolidamento

Secchia: in corso opere di consolidamento

In novembre hanno vissuto momenti di vera preoccupazione per le loro case, minacciate dall’erosione per la piena del Secchia. Ieri i residenti della zona di San Michele, frazione sassolese vicina al fiume nel punto in cui la corrente ruppe una briglia di contenimento e parte della sponda, arrivando a mettere a rischio la strada provinciale, hanno incontrato il vicesindaco, l’assessore comunale e quello provinciale all’ambiente e l’assessore regionale alla difesa del suolo e protezione civile, che hanno illustrato le opere fatte e i progetti che riguardano la sistemazione definitiva di questo tratto del fiume, ‘almeno per i prossimi cinquant’anni’, hanno assicurato.

I lavori di sistemazione sono in corso: è stata abbattuta la parte della briglia rimasta in piedi dopo la piena, sono stati inseriti diversi pilastri per il consolidamento della sponda, che verrà ridisegnata con strutture in cemento armato, e piazzati diversi tiranti a consolidamento della strada provinciale.

“Il controllo sui tempi di esecuzione di queste opere resta una nostra priorità, ma continueremo a lavorare per la messa in sicurezza dell’intero tratto sassolese del fiume Secchia”, ha spiegato il vicesindaco Giancarlo Diamanti.

Oltre alle opere in corso, che sono eseguite dall’Agenzia per il Po, sono già in cantiere infatti altri interventi con fondi di provenienza regionale. Verrà abbandonato il sistema delle briglie di contenimento e verranno invece realizzate in diversi punti opere che serviranno solo a rallentare le onde di piena e la corrente del fiume.

E’ stato definito anche un progetto di rifacimento per l’invaso della traversa di Castellarano.
“Abbiamo già i finanziamenti necessari per la sistemazione completa del Secchia – ha spiegato l’assessore regionale Bruschini – che attualmente è la priorità regionale fra tutti gli affluenti del Po, perché è il corso d’acqua che presenta maggiori sofferenze. Per i prossimi due anni la gestione delle opere e i controlli sul Secchia passeranno nelle mani della Regione, in accordo con Aipo. Tutti i lavori che saranno realizzati verranno seguiti sistematicamente da un comitato permanente di esperti”.

Inoltre, l’Assessore regionale alla difesa del suolo, ha annunciato per il prossimo 11 giugno a Rubiera una “conferenza per il Secchia”, aperta a istituzioni e addetti ai lavori, in cui verranno definiti anche i prossimi interventi.
Da sottolineare più in generale la particolare attenzione rivolta in questi ultimi due anni alla frazione di San Michele, di cui sono stati rifatti la piazza, il campo da calcio (spogliatoi e illuminazione), cominciati i lavori di ampliamento del cimitero e sostituite le condotte dell’acqua.