Home Cronaca Reggio E.: genitori picchiano operatori servizi sociali

Reggio E.: genitori picchiano operatori servizi sociali

Una donna nigeriana di 32 anni e il
marito, 41 anni dello Zaire, entrambi residenti a Reggio Emilia, sono stati denunciati per minacce gravi, ingiurie e lesioni dagli agenti del commissariato di polizia di Carpi perche’ hanno aggredito e malmenato una operatrice (rompendole un dente ed una costola) del centro di accoglienza carpigiano cui i servizi sociali di Reggio Emilia avevano affidato la nigeriana.

All’origine dell’episodio ci sarebbe la difficile situazione familiare dei due coniugi. Di recente infatti alla 32enne sono stati sottratti due dei tre figli, poiche’ la famiglia non e’ stata ritenuta idonea a crescerli. La donna e il terzo figlio sono invece stati affidati al centro di accoglienza di Carpi, ma la nigeriana non ha seguito il percorso educativo consigliato. A quel punto quindi anche il terzo figlio e’ stato allontanato dalla famiglia e dato in affidamento esterno.
La coppia hanno ritenuto responsabili della decisione i dirigenti della casa di accoglienza di Carpi, e hanno percio’ iniziato a inveire contro gli operatori del centro, mentre il marito ha anche aggredito una delle assistenti, rompendole un dente e una costola. Per i genitori violenti e’ quindi scattata la denuncia.