Home Regione Sei scuole premiate da Cgil e Spi regionali

Sei scuole premiate da Cgil e Spi regionali

“Le lotte sociali e del lavoro in Emilia Romagna dal 1890 al 1975”: è il tema del concorso che la Cgil e lo Spi regionali dell’Emilia Romagna hanno rivolto alle scuole medie e superiori per l’anno scolastico 2004-2005, nell’ambito delle celebrazioni del centenario della nascita della Cgil, che ricorre nel 2006.

I lavori pervenuti da diverse scuole e istituti superiori di Bologna, Reggio Emilia, Modena, Imola, Ravenna e Ferrara sono stati vagliati da un Comitato scientifico presieduto dal prof. Giovanni Mottura. Questa mattina sono stati consegnati i premi ai sei vincitori, con una manifestazione pubblica nell’Aula magna della Regione, alla quale hanno partecipato decine di studenti delle scuole interessate, insegnanti e dirigenti scolastici; hanno preso la parola l’assessore regionale Mariangela Bastico, il prof. Giovanni Mottura, Danilo Barbi e Maurizio Fabbri, rispettivamente segretari generali di Cgil e Spi Emilia Romagna.

Per le scuole medie il primo premio (3.000 €) è stato assegnato alla terza B della Scuola Media di Borzano (sede staccata dall’Istituto comprensivo di Albinea), che ha presentato una ricerca su “Officine Meccaniche Reggiane – Condizioni di lavoro e lotte sindacali dal 1904 al 1951”; il secondo premio (1.500 €) è andato alla classe terza C della Scuola Media Testoni Fioravanti di Bologna per il CD-ROM dal titolo “ Una microstoria bolognese: la lotta per l’Ospedale Maggiore“; il terzo premio (500 €) alla terza C della “Dante Alighieri” di Cavezzo (MO) per la ricerca su “La mezzadria dal 1880 al 1975”.


Per le scuole medie superiori il primo e il secondo premio (4.500 €) sono stati assegnati pari merito a lavori di gruppo di studenti del Liceo classico minisperimentale “Dante Alighieri” di Ravenna per la ricerca “Un secolo di lotte: le conquiste sociali nel ravennate” e dell’Istituto professionale Cassiano da Imola per la ricerca dal titolo “Le lotte sociali, con particolare riferimento a quelle dei braccianti nell’imolese, nel periodo dagli ultimi anni della guerra agli anni cinquanta”.

Il terzo premio (500 €) a una studentessa dell’Istituto Professionale alberghiero “Orio Vergani” di Ferrara con la ricerca dal titolo “Gli occhi della libertà”.


Con questa iniziativa Cgil e Spi regionali hanno voluto mettere in campo forme di dialogo con le giovani generazioni, a partire dal valore del lavoro che è fondamento della Costituzione e che il sindacato coniuga con il valore dei diritti individuali e collettivi, conquistati in decenni di lotte sociali. Non a caso a tutte le scuole che hanno partecipato al concorso è stato fatto omaggio di una valigetta di libri, tra i quali appunto la Costituzione e testi di storia del movimento operaio e della Cgil in Emilia Romagna.