Home Attualita' Modena: nuove sedi per Arci e Uisp

Modena: nuove sedi per Arci e Uisp

Con i voti favorevoli della maggioranza, il voto contrario di Forza Italia e A.N. e l’astensione di Modena a Colori, il Consiglio comunale di lunedì ha approvato due atti deliberativi: con il primo definisce la retrocessione del diritto di superficie dalla Cooperativa Centro Storico, per quanto riguarda il bocciodromo all’interno del comparto “Ex macello” in via IV Novembre.

Il secondo da il via alla convenzione per la costituzione del nuovo diritto di superficie, per la stessa struttura, a favore dell’Arci e della Uisp di Modena. Nel suo intervento l’assessore al Patrimonio Antonino Marino ha sottolineato come questa operazione consente all’Amministrazione di migliorare l’utilizzo delle aree già edificate e destinate a servizi per la città. Con la ristrutturazione dell’edificio, che diventerà sede congiunta delle due associazioni, l’area dell’ex macello sarà utilizzata a pieno. Lo stato di salute della Polisportiva Centro Storico, ha sottolineato Marino, resta buono perché ha ampi spazi interni ed esterni a disposizione e gestisce ancora gli altri edifici in cui trovano sede circoli, comitati e società.
Inoltre, gli amanti dello sport delle bocce potranno continuare a giocare sulle due piste all’aperto negli spazi della stessa polisportiva, oltre che negli altri campi limitrofi e collocati sempre nel cuore della città. Sul piano economico, ha concluso l’assessore, l’Amministrazione pagherà 404 mila euro, più Iva, cifra che tiene conto delle opere effettuate per la costruzione della palazzina, detratto quanto già ammortizzato e rapportato al periodo che manca alla scadenza del diritto di superficie. L’assegnazione all’Arci e Uisp porterà un introito per il Comune di 484 mila euro. “L’operazione che sostanzialmente si compensa dal punto di vista economico, sono parole dell’assessore Marino, ha per la nostra città una forte valenza sociale, in quanto con questa operazione collochiamo all’interno del centro storico, aumentandone la dotazioni di servizi e di utenza, la sede di due importanti associazioni. La polisportiva centro storico, inoltre, potrà beneficiare di nuove entrate economiche necessarie a migliorare e a sviluppare l’offerta di servizi sportivi, aggregativi e culturali per la città”.