Home Reggio Emilia Sabato a Scandiano il Superbowl italiano

Sabato a Scandiano il Superbowl italiano



Si alza il sipario sul XXV Superbowl, che celebra le nozze d’argento del football americano ‘Made in Italy’. Sabato alle 20.45 allo Stadio Torelli di Scandiano Lions Bergamo e Warriors Bologna si giocano la finale scudetto della serie A.


Questa mattina negli storici locali di ‘Casa Spallanzani’ nella cittadina reggiana, il presidente Nfli Giovanni Cantu’, il responsabile comunicazione della Lega Matteo Incerti, l’assessore allo Sport di Scandiano Claudio Pedroni, il presidente della locale Polisportiva Ideo Valentini, il presidente degli Hogs Reggio Emilia Davide Ruozzi ed i rappresentanti di Vip Clownterapia hanno presentato la partita dell’anno per questo sport in Italia.


Tantissime le iniziative che faranno da contorno. ‘Dopo l’esperienza dello scorso anno, molto positiva – spiega Giovanni Cantu’ presidente Nfli – per noi e’ un onore tornare qui a Scandiano, saremo tutti messi alla prova dal grande pubblico che ci aspetta e dovremo tutti dare il massimo, da chi organizza alle squadre in campo’.
“E’ un evento che lo scorso anno – spiega l’assessore allo sport Claudio Pedroni – mi colpi’ positivamente, anche perche’ il football americano lega sempre la sua finale ad eventi benefici e per questo altri sport dovrebbero prendere esempio da questa disciplina”.


“Sara’ impegnato non solo il territorio scandianese ma anche altre realta’ della Provincia con eventi culturali, sportivi, di cinema e molto altro’. Per prepararsi al grande afflusso di pubblico sono state montate altre due tribune supplementari nella zona curve. “La prevendita sta andando molto forte ed invitiamo tutti i tifosi, specie chi vorra assistere dalla Tribuna centrale a prenotare il biglietto online dal sito www.nfli.it “.

“Il 70%ei biglietti in quel settore e’ gia’ stato venduto’ spiega il presidente degli Hogs Davide Ruozzi.

Articolo precedenteCimone in famiglia: gli appuntamenti della settimana
Articolo successivoRampa Ospedale Maggiore intitolata 2 agosto 1980