Home Comprensorio Modena-Sassuolo: per Corlo una vera boccata d’ossigeno

Modena-Sassuolo: per Corlo una vera boccata d’ossigeno

Atmosfera surreale a Corlo in questi giorni dopo l’apertura del tratto di superstrada Modena-Sassuolo. Non appena lunedì il Sindaco Franco Richeldi insieme al vicesindaco Raffaella Cattinari e all’assessore provinciale Egidio Pagani hanno effettuato il taglio del nastro e si è aperto il tratto dal nuovo svincolo da Casinalbo fino a Ponte Fossa, Corlo si è immediatamente liberata dal traffico di attraversamento soprattutto di mezzi pesanti facendo subito sparire code ed intasamenti.

Per Corlo si tratta di un momento importante – commenta il presidente del consiglio di frazione Paolo Piombini – a nome di tutti i corlesi vengo a esprimere grande soddisfazione per la nuova apertura, questo ha permesso di togliere la morsa di traffico pesante che da decenni gravava sul nostro paese.
A distanza di poche ore dall’ apertura il centro di Corlo sembra rinato, le code interminabili che dall’ alba fino a tarda sera ci attanagliavano e le vibrazioni trasmesse dai mezzi pesanti diventeranno presto un ricordo. Ora godiamoci quella che possiamo definire una vera boccata d’ossigeno che, superando le difficoltà precedenti, permette di rimodellare la viabilità a servizio della frazione.


Già nei prossimi giorni infatti, dopo un periodo sperimentale, verrà ritarato il semaforo all’incrocio tra la via Radici e la via Battezzate adattandolo al diminuito livello di traffico.

Intanto è già stato rimosso il prudenziale divieto d’accesso posto tra la rotonda dello svincolo di Ponte Fossa e la via per Sassuolo a Formigine per evitare pericolo di code e intasamenti in corrispondenza del passaggio del treno nelle vicinanze.


Rimane comunque alto in questi giorni l’impegno dei tecnici dell’ufficio Lavori Pubblici e della Polizia Municipale per indirizzare il traffico sul nuovo percorso viario. In particolar modo – è la testimonianza del responsabile del presidio formiginese Mario Rossi – è ancora necessario indirizzare il traffico pesante sulla superstrada perché la tendenza è ad immettersi sulla via Radici.

La soddisfazione per l’apertura dell’arteria è comunque generale. L’Amministrazione Comunale sta seguendo passo passo l’evolversi della situazione, anche in previsione dell’apertura del tratto fino a Fiorano, per poi intervenire per ottimizzare i collegamenti tra gli svincoli e il territorio comunale.