Home Bologna Bologna: Aids, ‘vietato distrarsi’

Bologna: Aids, ‘vietato distrarsi’

”Vietato distrarsi. Pensiamoci tutto l’anno” e anche in agosto, per esempio alla Fiera di San Lazzaro, dove l’Azienda Usl di Bologna con Farmacie Comunali Afm e alle Farmacie private aderenti a Federfarma Bologna e’ presente con uno stand di sensibilizzazione e prevenzione contro l’aids.

Con la collaborazione e disponibilita’ dell’assessorato alla Sanita’ del Comune di San Lazzaro di Savena e dell’Associazione Prometeo, operatori sanitari dell’Ausl di Bologna saranno presenti nelle giornate dal 4 al 7 agosto per distribuire materiale informativo e fornire informazioni sull’infezione da virus hiv, su come prevenirla e a quali servizi rivolgersi.

Nella serata di venerdi’ 5 agosto alle ore 21.30, inoltre, il gruppo ”Improway – Associazione culturale Belleville” dara’ vita ad uno spettacolo coinvolgendo le persone presenti in fiera sulla tematica hiv.


L’iniziativa si inserisce nel quadro della campagna di prevenzione 2005 contro l’hiv. Altre iniziative sono gia’ state realizzate a Casalecchio di Reno e a Porretta Terme, durante manifestazioni fieristiche e sagre.

Nella provincia di Bologna sono 330 i malati di Aids in cura (1338 in tutta l’Emilia-Romagna). Il 50% ha un’eta’ compresa tra 35 e 49 anni. L’Emilia-Romagna e’ la quarta regione in Italia per nuovi casi (dopo Lombardia, Lazio, Liguria), con una media di 3,7 su 100.000 abitanti nel biennio 2002-2003. Una buona notizia si registra, sempre nel biennio 2002-2003, per quanto riguarda i casi pediatrici: in Emilia-Romagna non e’ nato nessun bambino sieropositivo, il che significa che le precauzioni e le terapie adottate per evitare la trasmissione da madre a figlio sono efficaci.