Home Reggio Emilia Reggio E.: circa 700 bambini accolti a luglio in strutture per infanzia

Reggio E.: circa 700 bambini accolti a luglio in strutture per infanzia

A Reggio Emilia sono sempre più numerose le famiglie che, anche in estate, usufruiscono
di un servizio di nido e scuola dell’infanzia. Sono circa settecento, infatti, i bambini che in questo mese di luglio, ad anno scolastico concluso, frequentano una delle dodici strutture della rete gestita dall’Istituzione nidi e scuole del Comune di Reggio Emilia, tutte aperte con orario prolungato.

I settecento piccoli della fascia 0-6 anni – circa un quarto degli oltre tremila bambini iscritti all’ultimo anno scolastico a Reggio – sono accolti sino alla fine del mese nelle scuole comunali dell’infanzia Andersen, Balducci, Anna Frank, nella convenzionata Choreia e nei nidi cooperativi Giobi, Choreia, Arca, Airone, Linus, Haiku, Gabbianella, strutture selezionate per il servizio estivo anche perché dotate di aria condizionata.
“La richiesta di servizi scolastici funzionanti anche per parte del periodo estivo – ha sottolineato la presidente dell’Istituzione, Sandra Piccinini, che ha illustrato i dati alla stampa insieme ai pedagogisti impegnati nel servizio estivo – è un’esigenza cresciuta costantemente negli ultimi dieci anni: nel 1994 in città rimanevano aperti a luglio solo un
nido ed una scuola dell’infanzia, offerta largamente in grado di soddisfare i bisogni delle famiglie. Ora, invece, le mutate dinamiche lavorative inducono un numero sempre maggiore di famiglie a modificare abitudini, ritmi e orari che sembravano consolidati”.

Accanto alle dodici scuole che accolgono i bambini a luglio, altre scuole e nidi sono ‘aperte’ quest’estate. Per dare concrete risposte alle domande delle famiglie, l’Istituzione – strumento del Comune per la gestione dei servizi educativi – ha infatti scelto di investire nuove risorse per l’ampliamento ed il miglioramento delle strutture.
Sono trentuno i cantieri aperti in questi mesi per lavori di manutenzione ordinaria, straordinaria e per ampliamenti che, con una spesa complessiva di oltre 1 milione di euro, consentiranno l’apertura di nuove sezioni per un totale di cento nuovi posti per bambini di tre anni.

Tra gli interventi più importanti in corso:
• In cinque strutture, i nidi Iotti e Faber, i nidi-scuola Codemondo e La Gabbianella e la scuola d’infanzia statale Leonardo da Vinci, i lavori di ampliamento in corso creeranno una nuova sezione per bambini di tre anni. Aumenterà così la disponibilità di oltre cento posti per questa fascia di età.
• Altre dieci strutture sono interessate a lavori di manutenzione straordinaria. Nella scuola Robinson, la prima scuola comunale aperta a Reggio Emilia, nel 1963, saranno consolidate e completamente rinnovate due sezioni. Nell’estate del prossimo anno i lavori riguarderanno invece altre due sezioni, oltre alla piazza e alle zone comuni.
• Ulteriori interventi di manutenzione straordinaria, principalmente per riqualificazione di strutture, impianti e spazi interni, riguardano le scuole Belvedere, Iqbal Masih, Munari, XXV aprile, il nido-scuola Girotondo e i nidi Cervi, Giobi, Allende, Peter
Pan.
• Lavori di manutenzione ordinaria coinvolgono altre sedici strutture, destinate a nidi e scuole dell’infanzia (comunali, convenzionate e statali): Andersen, centro verde di Villa Sesso, Freire, La Villetta, Marmirolo, Neruda, Panda, Pezzani, Sole, Alighieri, Diana, Ghiardello, Haiku, Peter Pan, Picasso e Sant’Agostino.
Tutti i lavori saranno completati in tempo utile per consentire l’avvio del nuovo anno scolastico.