Home Bologna Bologna: nidi infanzia, prima elaborazione graduatoria

Bologna: nidi infanzia, prima elaborazione graduatoria

Sono terminate le procedure di approvazione per la prima elaborazione della graduatoria di ammissione ai nidi d’infanzia per l’anno educativo
2006/2007.

Le domande presentate sono 3.867, di cui 2.506 prime iscrizioni e 1.361 conferme d’iscrizione di bambini già frequentanti. Si registra un aumento di 200 domande rispetto alle 3.667 del 2005/2006, con un aumento pari all’1,8% nel rapporto tra la domanda e la popolazione potenzialmente interessata al servizio. Trovano così conferma due
diversi fattori: l’incremento delle nascite – non solo di migranti, ma anche di nativi – e la crescente propensione alla richiesta del servizio di nido che passa dal 31,06% del 1999 al 39,39% del 2003 ed è ora balzato al 45%. I posti disponibili assegnati sono 2.884 di cui 1.361 assegnati a bambini già iscritti e che continuano a frequentare e 1.523 assegnati a bambini nuovi iscritti. I bambini in lista di attesa sono 900, più 83 che non hanno presentato l’attestazione ISEE. I posti ancora disponibili perché non richiesti dalle famiglie sono 21.

Complessivamente, nel 2005/2006, l’offerta è stata di 2905 posti, in sensibile incremento rispetto agli anni precedenti: 2178 nel 1999, 2735 nel
2004 e 2904 nel 2005. L’offerta attuale è di 2905 posti nonostante la temporanea chiusura del nido G. Betti (37 posti) per ristrutturazione improrogabile. Ai 2.905 posti offerti attualmente nei nidi d’infanzia si aggiungeranno a settembre: 12 posti di nuova convenzione presso il nido
Albicoccole (Quartiere Reno); 9 posti presso il nido Abba (Quartiere Savena) e 9 posti presso il Nido Elefantino Blu (Quartiere Navile). Come
previsto sono state rinnovate le convenzioni in scadenza, peraltro incrementate di 9 posti. In corso d’anno verranno attivate altre convenzioni con nidi privati il cui procedimento di autorizzazione al funzionamento è già stato avviato. Si stanno rinnovando le convenzioni per
le sezioni di nido aggregate alle scuole dell’infanzia (sezioni Primavera) per 128 posti e convenzioni per 4 piccoli gruppi educativi per 20 bambini. Proprio per quest’ultima tipologia sono previste ulteriori attivazioni (due o più).

Le famiglie saranno informate tramite lettera dell’esito della loro domanda di ammissione. Con il numero di Protocollo Generale attribuito alla
domanda, le famiglie potranno anche visualizzarne l’esito collegandosi al sito del Comune di Bologna (Comune) alla voce Scuole on-line.
La prossima graduatoria è prevista per la prima settimana di settembre, pertanto le famiglie dei bambini in lista di attesa, informate tramite
lettera dei posti disponibili, potranno richiederli al proprio Quartiere di residenza entro il 2 settembre.

Con l’entrata in vigore del nuovo regolamento dei nidi d’infanzia, sono state inserite nella prima graduatoria tutte le domande, comprese quelle
non corredate dall’attestazione ISEE, che sono risultate possedere i requisiti previsti. Finora le domande non corredate da attestazione ISEE
venivano elaborate solo a partire dal mese di ottobre. Lo scorso anno, la prima lista di attesa era di 723 bambini ai quali si aggiungevano i 72 bambini le cui domande erano prive di attestazione ISEE. All’ultima graduatoria (21 febbraio 2006) la lista di attesa si era ridotta a 291 bambini a cui si aggiungevano 39 domande prive di attestazione ISEE. I posti non richiesti dalle famiglie, in sede di prima elaborazione della graduatoria, erano 32.

Alla luce della situazione sopra esposta, va sottolineato l’importante sforzo di programmazione che l’Amministrazione comunale sta sostenendo per
ampliare in maniera significativa l’offerta di un servizio socio educativo sempre più richiesto.
Nel documento “Dal Piano di Edilizia Scolastica verso il Piano Regolatore Educativo e Scolastico” è infatti programmata la costruzione di nuovi nidi
e la ristrutturazione di nidi già esistenti, alcuni dei quali sono già inseriti nel Piano Investimenti 2006.
In particolare: ristrutturazione del Nido G. Betti (Quartiere S.Vitale). Parallelamente alla chiusura temporanea del nido G. Betti, dall’anno 2006/07 è stata costruita presso il nido Alvisi una nuova sezione di nido che accogli 21 bambini (rispetto alla capienza dello scorso del nido G. Betti vi è comunque una diminuzione di 37 posti nell’offerta complessiva); costruzione del Nido in concessione di Via Piave (Quartiere Porto);
costruzione del Nido in concessione in Via F. Battaglia (Quartiere Saragozza); costruzione del Nido comunale a gestione diretta nell’area limitrofa alla Scuola dell’Infanzia Don Marella (Quartiere Savena); costruzione del Nido in concessione presso la nuova sede comunale (Quartiere Navile); è in corso il tavolo partecipato all’interno del comparto Montagnola nel quale potrà essere validata la costruzione del Nido in concessione in Via Capo di Lucca (Quartiere S.Vitale).


“L’obiettivo – ha dichiarato l’assessore comunale alla scuola, Maria Virgilio – è di soddisfare tutte le domande e di incrementare l’offerta con complessivi 630 nuovi posti nido entro l’anno 2010. Tale programma è già stato realizzato per la scuola d’infanzia, attraverso il triplice apporto
della scuola comunale, statale e paritaria privata, impostato per legge secondo il criterio della generalizzazione del diritto/dovere. Il servizio
del nido è invece tuttora impostato per legge come un servizio a domanda individuale che può essere soddisfatto nei limiti delle risorse dell’Ente
Locale. Dunque una modifica legislativa che registrasse il crescente bisogno e modificasse il sistema nazionale, con il relativo stanziamento di
risorse, consentirebbe di facilitare le soddisfazioni di una richiesta sempre più pressante nella nostra città”.