Aziende in crisi, anticipo della cassa integrazione ad altri 133 lavoratori





    lavoroAltri 133 lavoratori beneficiano dell’anticipo degli ammortizzatori sociali(indennità di cassa integrazione) previsto dal protocollo “Sostegno alreddito dei lavoratori di aziende in difficoltà”, siglato a palazzoMalvezzi il 21 aprile scorso e sottoscritto oltre che dalla Provincia,dall’Inps di Bologna e Imola, dalle Organizzazioni sindacali, dagli Entilocali del territorio e da dieci banche: Banca di Bologna, BCC Alto Reno,BCC Monterenzio, Banca di Imola, Banca Monte dei Paschi, Carisbo Intesa Sanpaolo, Cassa di Risparmio di Cento, Emil Banca, Unicredit, UGF Banca.

    In questa tornata sono stati gli istituti di credito Emil Banca, Carisbo Intesa Sanpaolo, Banca di Bologna e Unicredit a dare la loro disponibilitàad intervenire a sostegno dei 120 lavoratori della Bignami Spa inliquidazione e della Azienda agricola Anzolese Società Cooperativa di Anzola dell’Emilia, oltre che di 6 dipendenti del Calzaturificio Zobboli Srl di Bologna e di 7 lavoratori della 4M Srl di Budrio.

    Sono saliti così a quota 305 i lavoratori che negli ultimi mesi hanno beneficato degli anticipi delle indennità di cassa integrazione. L’accordo con le banche fa parte delle azioni messe in campo dalla Provincia e dai Comuni del bolognese per contrastare la crisi che sta investendo anche ilnostro sistema economico territoriale. Il protocollo consente di anticipare, a costo zero, ai lavoratori delle aziende che richiedono l’attivazione di ammortizzatori sociali, le somme che percepirannodall’Inps. Gli interventi sono resi possibili anche grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio.

    L’assessore provinciale alle Attività produttive, Graziano Prantoni haringraziato “per la pronta disponibilità” i 4 Istituti di credito che sisono resi disponibili “per questo nuovo intervento a sostegno deilavoratori”, sottolineando come “la collaborazione di tutti i soggetticoinvolti permetta di alleggerire il peso e le ricadute della crisi economica sui lavoratori”.









    Articolo precedenteSan Cesario: Ferragosto a Villa Boschetti
    Articolo successivo“Soubrette in dieci mosse” venerdì nel cortile del Castello di Guiglia