Le mostre e i musei aperti in città a Ferragosto





    Musei e mostre - apertura Ferragosto (12.8.09)I Musei Civici di Reggio Emilia, la galleria Parmeggiani e il Museo del Tricolore sono aperti, sabato 15 e domenica 16 agosto, con il consueto orario serale estivo, dalle 21 alle 24.

    Limitatamente alla sede di Palazzo San Francesco, i Musei rimarranno invece eccezionalmente chiusi al pubblico la mattina del giorno 18 agosto 2009 per permettere le operazioni di disinfestazione annuale delle collezioni naturalistiche. Le sale dei Musei riapriranno regolarmente il giorno stesso nell’orario serale, dalle 21 alle 24.

    Chi fosse interessato a visitare le mostre in corso in città potrà visitare Sound & Vision Immagini dalla musica allo Spazio Gerra aperto sia per ferragosto che domenica 16 dalle ore 21.00 alle 24.00. La mostra è una selezione, a cura di Vanni Codeluppi, delle migliori opere visive prodotte nell’ambito della musica giovanile: copertine degli Lp e dei Cd, loghi, videoclip, approfondimenti sui personaggi, gli stili più significativi ed i grandi concerti del passato.

    Invece Opus Photographicum Tessere di memoria per il futuro (Officina delle Arti è aperta come al solito da giovedì 13 a domenica 16 agosto dalle 17.00 alle 23.00. Si tratta del lavoro di sette artisti – fotografi (Roberto Cornacchia, Pietro Meletti, Simona Gavioli, Maria Giulia Guerra, Romeo Lombardi, Olimpia Lalli) che da anni lavorano sul nostro territorio, il cui il leit motiv è la memoria, in un mosaico di possibili combinazioni visive fra elaborazioni digitali, contatti fotografici e tecnica analogica, dove la realtà si fonde con il sogno, l’incubo e la visione quasi astratta.

    Infine il Mauriziano propone Il Teatro della Memoria; sei artisti (Maurizio Bonora, Michelangelo Galliani, Gianni Guidi, Sergio Monari, Giovanni Scardovi, Sergio Zanni) trasformano il Mauriziano, spazio verde ricco ancora di sculture e di aiuole fiorite, in un teatro della memoria sia pure declinato in chiave di contemporaneità attraverso una felice deriva tra presente e passato, tra simbolo, mito e contemporaneità. L’esposizione nei giorni 15 e 16 agosto è aperta dalle 17.00 alle 20.00, mentre negli altri giorni osserverà gli orari consueti.









    Articolo precedenteCarpi, uno psicologo per i giovani del Free entry
    Articolo successivoInformagiovani apre uno sportello informativo negli uffici della segreteria dell’Università