Home Senza categoria Cecilia Camellini ambasciatrice dello sport formiginese

Cecilia Camellini ambasciatrice dello sport formiginese

La campionessa di nuoto formiginese Cecilia Camellini reduce dai brillanti risultati ottenuti ai Campionati Europei Paralimpici di Berlino, ha incontrato alla piscina Ondablu gli amministratori locali e un centinaio di bambini che stanno partecipando ai centri estivi.

Nell’occasione, la Camellini che era accompagnata da papà Gian Paolo e da Matteo Poli e Tiziano Serrradimigni, è stata nominata dal Sindaco Franco Richeldi, ambasciatrice dello sport formiginese. “Cecilia è emblema dello sport pulito, costruito da sempre con grandi sacrifici e motivazioni – ha dichiarato Richeldi – pertanto l’Amministrazione vuole che il suo impegno nella pratica sportiva, sia un esempio importante soprattutto per i giovani formiginesi che svolgono attività sportiva a tutti i livelli”. In onore della nuotatrice, è stato suonato l’Inno di Mameli e gli amministratori le hanno consegnato una targa e un mazzo di fiori.

Cecilia Camellini che quest’estate ha anche conseguito la maturità classica con il massimo dei voti, ha poi risposto con garbo alle simpatiche curiosità di alcuni bambini dei centri estivi e si è concessa alle domande dei giornalisti. A livello agonistico, la mente è già rivolta ai Giochi Paralimpici di Londra 2012, mentre sono ormai dietro l’angolo le meritate vacanze in Spagna. “Sono molto soddisfatta perché il nuoto continua a regalarmi emozioni incredibili a livello umano e di risultati – ha spiegato Cecilia – a Berlino la gioia più grande è stata la vittoria nei 100 metri stile libero, in una gara che avevo iniziato male. Poi non posso dimenticare la ola del pubblico quando sono salita sul gradino più alto del podio per ricevere la medaglia d’oro. E oggi riascoltando l’inno italiano, ho ripensato proprio a quel giorno…Voglio infine ringraziare l’Amministrazione comunale di Formigine che mi è sempre stata vicina e mi ha onorato di un riconoscimento molto bello che mi auguro di potere valorizzare soprattutto quando sono lontano dalla mia città”.