Home Antiquariato “Unica” riscopre un busto cinquecentesco dello scultore Guido Mazzoni

“Unica” riscopre un busto cinquecentesco dello scultore Guido Mazzoni

busto_MazzoniAnche quest’anno Unica si conferma il Salone dei tesori nascosti: passeggiando tra gli stand che sembrano giardini ci si imbatte in una rarità tutta modenese, un busto cinquecentesco in terracotta di Sant’Antonio realizzato dallo scultore Guido Mazzoni, lo stesso della famosa “Madonna della pappa” presente nel Duomo di Modena. E’ una proposta della Galleria San Francesco di Lucca.

Guido Mazzoni, detto il Paganino o il Modanino, è un modenese doc, nacque in città nel 1450 e qui morì nel 1518. Il successo che seppe conquistare è legato a un preciso genere artistico che, nel XV secolo, conobbe una grande popolarità nell’Italia del Nord: i gruppi di statue policrome a grandezza naturale raffiguranti il Compianto sul Cristo morto. A Modena ne troviamo uno magistrale nella chiesa di San Giovanni Battista. Altro grande esempio della sua arte è il presepio oggi posto nella cripta del Duomo di Modena, detto anche “Madonna della Pappa” per il gesto familiare della goffa fantesca che soffia su una ciotola per abbassare la temperatura del cibo prima di darlo al bambino. Sempre a Modena è ospitata la sua “Testa di vecchio” nella Galleria Estense.

Questi sono solo alcuni delle proposte che si possono trovare a Unica Fine Art Expo, fino a domenica 24 febbraio a ModenaFiere. Da quasi 30 anni Unica è la sola rassegna nel panorama europeo a dipingere un affresco completo e variegato dell’arte antica: questo grazie alla rassegna di pittura Excelsior, esclusivamente focalizzata sulla produzione dell’800, alle antichità per esterni di Petra, fino ai gioielli, le supellettili e i mobili più rari ed eleganti di Modenantiquaria. Novità dell’edizione 2013 è il salone Eytt, Excellence Yesterday Today Tomorrow, dedicato a produzioni di alta gamma: gioielli, orologi, abbigliamento sartoriale, moda in cachemire e filo d’oro, borse e calzature fatti a mano, ma anche arredi e oggetti pregiati, arte moderna e contemporanea, fino alle auto, moto e sistemi di sicurezza ad alta tecnologia.

Sul sito della manifestazione (www.unicaexpo.it) è già disponibile il precatalogo che raccoglie tutti gli espositori e le loro proposte più preziose e rappresentative: in questo modo collezionisti e visitatori possono arrivare in fiera preparati, selezionando già da casa i pezzi che interessano maggiormente.

Unica Fine Art Expo prosegue fino a domenica 24 febbraio e segue i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 20.00, il sabato e la domenica dalle 10.30 alle 20.00. Biglietto intero: euro 15.00 Biglietto ridotto: euro 12.00. Infoline: studio Lobo, tel. 0522/631042, info@studiolobo.it