Home Carpi Carpi, ‘Officine della solidarietà’ a scuola di Volonariato

Carpi, ‘Officine della solidarietà’ a scuola di Volonariato

scuola-volontariatoGuido Fassi, Alberto Pio e Odoardo Focherini: sono queste le tre scuole medie di Carpi i cui studenti – in totale 437 – hanno partecipato, dal 13 al 19 aprile 2013, alle Officine della solidarietà – organizzate da Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, Fondazione Casa del Volontariato e Centro Servizi Volontariato – il progetto di sensibilizzazione al mondo del volontariato svoltosi presso la Casa del Volontariato e culminato in un’assemblea pubblica presso la Sala congressi di via Peruzzi, nella mattinata di sabato 1 giugno.

I giovani studenti hanno incontrato i volontari di 11 associazioni – GGEV, AVO, AGAPE, Al di là del muro, Avis Soliera, Progetto Chernobyl, Ero Straniero, Gruppo Zoofilo Carpigiano, Africa Libera e USHAC – e, suddivisi in due gruppi di lavoro nelle sale riunioni della Casa del Volontariato, hanno svolto attività e riflettutto intorno a tre tematiche o parole chiave: Cammino, Evoluzione/Cambiamento, Forza.

Le attività di laboratorio, sulle quali i ragazzi hanno poi prodotto vario materiale come cartelloni e poster, erano accompagnate dagli attori del Teatro dei Venti di Modena, che si sono occupati del riscaldamento emotivo dei partecipanti, attraverso la preparazione di varie scene legate alle tre parole chiave.

“Sia le associazioni di volontariato che gli studenti partecipanti sono stati entusiasti delle attività svolte – spiega Nadia Bonamici, coordinatrice, per il CSV, del progetto sociale Giovani Cittadini Responsabili – e bisogna riconoscere che la qualità del materiale prodotto dai ragazzi lascia intendere come dalle attività di gruppo e dall’incontro con i volontari del territorio essi abbiano trovato stimoli profiqui. Le giovani generazioni rappresentano sia il futuro della società che quello del volontariato, e la società non potrà fare ameno della ricchezza e del contributo che il Terzo Settore fornisce nel mantenimento del tessuto sociale”.

Ma lo scambio non si è limitato alle mattinate passate dagli studenti alla Casa del Volontariato: una volta tornati in classe i vari gruppi – che svolgevano le attività in ambienti separati – si sono confrontati per raccontarsi quello che hanno fatto e le considerazioni che ne hanno tratto.

La sensibilizzazione e promozione del volontariato non si ferma però alle scuole medie: quello che Le Officine della solidarietà sono per i ragazzi più giovani, infatti, il Progetto Volo è per i loro colleghi più grandi, delle scuole superiori.

scuola-volontariato2

Per ulteriori informazioni consultare il sito internet all’indirizzo www.casavolontariato.org e www.volontariamo.it.