Home Bologna Lotta ai reati predatori: due persone arrestate dai Carabinieri a Bologna

Lotta ai reati predatori: due persone arrestate dai Carabinieri a Bologna

malviventi-autoI Carabinieri della Squadra Reati Predatori della Compagnia Bologna Borgo Panigale hanno arrestato due persone, C.A. un italiano cinquantaquattrenne di Bologna e L.E. un albanese ventottenne senza fissa dimora per furto aggravato in concorso. I due malviventi sono stati fermati a bordo di una Renault Twingo, parcheggiata in via Caselle a San Lazzaro di Savena. Durante le operazioni di perquisizione personale e veicolare, sono stati rinvenuti la somma contante di 670 euro e alcuni monili d’oro di provenienza furtiva che gli investigatori dell’Arma hanno attribuito a un furto perpetrato all’interno di un’abitazione ubicata in via Gramsci a Granarolo dell’Emilia. Le indagini svolte hanno dimostrato che qualche ora prima, una famiglia residente a quell’indirizzo aveva trascorso la serata alla fiera di San Lazzaro di Savena e i due ladri, approfittando dell’assenza, erano riusciti a impossessarsi delle chiavi dell’abitazione che il cittadino di Granarolo dell’Emilia aveva lasciato a bordo della sua auto, parcheggiata davanti al Palazzetto dello Sport di San Lazzaro di Savena. A quel punto, i malviventi, approfittando del mazzo di chiavi e dell’indirizzo riportato sulla carta di circolazione dell’auto, sono saliti a bordo della Renault Twingo, hanno impostato il navigatore satellitare e in breve tempo hanno raggiunto via Gramsci, sicuri di svaligiare la casa in totale serenità. L’ingordigia di commettere un altro “facile” furto in abitazione ha spinto i due predoni a tornare a San Lazzaro di Savena, ma questa volta i due soggetti hanno dovuto fare i conti con la Squadra Reati Predatori.

Il Comando Provinciale Carabinieri di Bologna rivolge un invito alla cittadinanza perché continui a collaborare con le forze dell’ordine nell’opera di prevenzione, segnalando eventuali movimenti sospetti ed evitando, come accaduto al signore di Granarolo dell’Emilia, di lasciare le chiavi di casa o altri oggetti a bordo dell’auto che possano in qualche modo favorire i malviventi nella loro azione predatoria.