Home Fiorano Fiorano: anche la piazza Giovanni Paolo II è conclusa

Fiorano: anche la piazza Giovanni Paolo II è conclusa

lav-piazza-GiovanniPaoloIIDopo Piazza Ciro Menotti nel centro storico del capoluogo, Piazza della Costituzione a Ubersetto e Piazza Falcone e Borsellino a Spezzano, domenica 8 settembre 2013, nel corso della Festa della Beata Vergine del Castello, la miracolosa immagine conservata nella basilica di Fiorano Modenese, viene inaugurata Piazza Giovanni Paolo II, riqualificata per valorizzare il ruolo storico, architettonico e di centro devozionale del santuario diocesano progettato da Bartolomeo Avanzini, nell’ambito dei cantieri ducali voluti da Francesco I d’Este per trasformare in ‘Delizia’ il Palazzo Ducale di Sassuolo.

Al termine delle funzioni religiose del pomeriggio, dopo la processione delle ore 18.30, alla presenza dell’arcivescovo di Modena Mons. Amtonio Lanfranchi, del sindaco Claudio Pistoni e delle autorità cittadine, verrà tagliato il nastro a conclusione dei lavori di sistemazione del Parco della Rimembranza, dove è stato posizionato definitivamente la statua bronzea di Giovanni Paolo II, a cui è dedicata la piazza del santuario.

E’ l’8 settembre del 2005 quando viene intitolato il piazzale a Giovanni Paolo II ed annunciato un percorso che, in due stralci, avrebbe consentito la riqualificazione del sagrato, della piazza e del Parco della Rimembranza, permettendo la sosta di veicoli, ma con un ampio spazio pedonalizzabile a servizio delle manifestazioni religiose.

Sono stati poi rifatti i pavimenti del piazzale e del sagrato; i parcheggi sono stati esclusi dal cono visivo di chi sale a piedi, grazie all’allargamento del piazzale e sono racchiusi da bordure verdi; è stato sistemato il sistema di illuminazione del tempio avanziniano e quello scenografico della facciata. Nella rotonda del Parco della Rimembranza è stato consolidato il muro, posizionato il monumento a Giovanni Paolo II, insieme ad alberi e cespugli fioriti, con panchine ed arredi.

Nell’estate del 2008 sono emersi, durante i lavori, un ambiente interrato da riferire allo scomparso castello e il pozzo evidente in tutte le fonti iconografiche. L’8 settembre di quell’anno si conclude il primo stralcio e si progetta il secondo, tenendo conto dei ritrovamenti avvenuti e della necessità di concordare le opere con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio e con la Soprintendenza per i Beni Archeologici. Tempo previsto per la conclusione definitiva l’8 settembre 2012, ma a poche settimane dal termine definitivo, l’impresa appaltatrice fallisce e l’8 settembre si benedice la sistemazione della statua di Papa Giovanni Paolo II in un Parco della Rimembranza ancora da concludere. I lavori sono stati quindi riassegnati e i pellegrini, da domenica 8 Settembre, potranno salire alla Basilica della Beata Vergine del Castello trovando l’area senza più cantieri, con la parte del muro medievale lasciata alla vista.

Per ricordare l’ultimazione dei lavori di sistemazione, durante le cerimonie religiose la parrocchia distribuirà una cartolina speciale, con ‘Doppio ritratto di Giovanni Paolo II, opera di Nani Tedeschi.