Home Politica Registro unioni civili Sassuolo, Severi (Forza Italia): “Proposta inutile e strumentale. Battaglia...

Registro unioni civili Sassuolo, Severi (Forza Italia): “Proposta inutile e strumentale. Battaglia ideologica della sinistra contro la famiglia tradizionale”

unioni-civili-2“Il fatto che nonostante la circolare del Ministero dell’Interno che  sancisce di fatto l’illegittimità dei registri comunali per la trascrizione dei matrimoni omosessuali contratti all’estero, la sinistra Sassolese insista per istituire anche a Sassuolo tale registro, è il frutto di una deriva ideologica tesa a legittimare in via surrettizia nuove forme di famiglia in contrasto con quanto sancito dalla Costituzione. Il ministro Alfano nella circoare inviata ai Prefetti è stato molto chiaro asserendo che  “In Italia non è possibile che ci si sposi tra persone dello stesso sesso, quindi se ci si sposa tra persone dello stesso sesso, quei matrimoni non possono essere trascritti nei registri dello stato civile italiano, per il semplice motivo che non è consentito dalla legge” . Ma non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire. 

E la sinistra,  anziché affrontare e confrontarsi sul tema anche a noi caro di un sistema per tutelare i diritti delle persone conviventi, ne utilizza strumentalmente il problema  generando così solo confusione. Qui non si tratta nemmeno di essere pro-contro, perché il nocciolo sta a monte. Il tentativo reiterato delle Amministrazioni di sinistra di sostituirsi al Parlamento, istituendo un registro che non trova  alcun fondamento giuridico e nessuna legge nazionale di riferimento, costituisce una ostentata  forzatura. Forzatura  destinata solo a creare confusione e  disordine su un tema che, invece, dovrebbe essere oggetto di un confronto chiaro , trasparente e di merito a livello nazionale sull’estensione di alcuni diritti ai componenti delle coppie conviventi. Alla luce della posizione espressa dal governo, e riconosciuta in premessa nell’Ordine del Giorno stesso, non ha alcun senso una discussione che  in assenza di un quadro normativo e di una legge nazionale, altro non è se non solo un’ esercitazione verbale fine a se stessa.

Inoltre a sancire l’inutilità dei registri, oltre al governo, ci hanno pensato le stesse coppie che in diversi centri dove sono stati istituiti, sostanzialmente li hanno abbandonati, decretandone di fatto il fallimento per il numero limitato di iscrizioni. Ciò rende ancora più inconcepibile l’accanimento con cui la sinistra Sassolese insiste per ottenere l’istituzione del registro. Per questo auspico, anche solo per evitare di impegnare in obiettivi non supportati dalla legge, strutture ed uffici comunali già occupati  su altri fronti, che i proponenti ritirino l’Ordine del Giorno. E se proprio vogliono insistere prima di avventurarsi in soluzioni estemporanee, facciano appello ai propri parlamentari ed al governo Renzi affinché sia discussa una legge nazionale che dia dignità e senso ad una discussione che a livello locale, allo stato dei fatti, non ne ha alcuno”.

(Claudia Severi)