Home Reggio Emilia Nuove Province, Reggio nel progetto pilota del Governo

Nuove Province, Reggio nel progetto pilota del Governo

incontro-provinceLa Provincia di Reggio Emilia è tra quelle individuate dalla Presidenza del Consiglio dei ministri per un progetto pilota di assistenza tecnica che fornisca a Province e Città metropolitane, in questa complessa fase attuativa della Legge 56/2014, un aiuto concreto sui diversi aspetti tecnico-gestionali della riforma, anche al fine di favorire lo scambio di buone pratiche a beneficio di tutti i territori e per consentire alle Amministrazioni centrali di disporre di un quadro puntuale delle problematiche connesse a questo processo, anche alla scopo di valutare eventuali interventi correttivi.

Nell’ambito di tale Progetto pilota, oggi a Palazzo Allende, una qualificata delegazione ministeriale – guidata da Roberta Angelini del Ministero Affari regionali e Autonomie e composta, tra gli altri, da Ivo Rossi del Ministero dell’Economia e delle Finanze e da Marco Stradiotto di Soluzioni per il sistema economico (Sose, Spa costituita da MEF e Bankitalia) –  ha incontrato il presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giammaria Manghi, le dirigenti a Bilancio e Personale, Claudia Delrio e Loredana Dolci, ed il capo di gabinetto Luca Cattani. Erano presenti anche, Filomena Terzini direttore generale agli Affari istituzionali e legislativi della Regione Emilia-Romagna, e il dirigente della Prefettura, Giorgio Orrù.

“Nel corso dell’incontro abbiamo evidenziato le principali criticità connesse al processo di riordino che riguardano in modo particolare i temi delle risorse e dunque della sostenibilità del bilancio, nonché del personale – spiega il presidente Giammaria Manghi – Si è discusso inoltre dello stato dell’arte della normativa regionale di riordino delle funzioni, che come noto vede la Regione Emilia-Romagna impegnata nelle elaborazione di una legge anche attraverso un gruppo di lavoro di cui fanno fanno parte, oltre all’assessore regionale  al Riordino istituzionale Emma Petitti, la stessa Provincia di Reggio Emilia, quelle di Modena e Ravenna e la Città metropolitana di Bologna. L’incontro di oggi ha rappresentato un utile passaggio per iniziare a chiarire alcuni dei punti critici del complesso percorso di riordino istituzionale che stiamo affrontando”.