Home Bassa reggiana Per la prima volta, in occasione della Festa di Mandrio, va in...

Per la prima volta, in occasione della Festa di Mandrio, va in scena il “Gpl day 1.0”



Gpl-Gian-Paolo-LancellotiE’ la Bassa di Ligabue, sia il cantate che il pittore, è la Bassa dei Nomadi e di una terra che non è né Modena né Reggio, ma che ha per confini brani immortali come “Sera Bolognese” o “Io Vagabondo”, lanciati anche da colui che resta uno dei più grandi batteristi della musica leggera in Italia: Gian Paolo Lancellotti (in arte Gpl), scomparso il 14 febbraio 2014. E per la prima volta va in scena il “Gpl day 1.0” nella sua cittadina il prossimo 15 agosto in occasione della Festa Mandrio, a Mandrio di Correggio (RE).
GPL (per gli amici) affiancò il mitico Augusto Daolio in molti altri brani immortali come “Dio è morto”, “Canzone per un’amica”, “Un giorno insieme”, “Il vecchio e il bambino”, e altri successi indimenticabili. A fine anni ’80 intraprese una nuova strada che, assieme all’amico Chris Dennis, lo vide fondare i “Sempre Noi”, dove oltre a ripercorrere i successi sopra menzionati, diede vita a una nuova ricca discografia.
Dotato di una tecnica naturale superlativa, affinata con lo studio e la motivazione continua, Lancellotti è stato e rimane punto di riferimento per chi intenda avvicinarsi alla batteria del pop melodico italiano.
Il tributo è stato pensato e ideato dall’amico Vanni Cigarini, con il consenso della famiglia Lancellotti, la serata vedrà la partecipazione di amici e musicisti che hanno incontrato, prima o dopo, il repertorio di GPL, chi come autore, chi come compagno di palco, chi portando le canzoni rese celebri dalla sua betteria in giro per l’Italia. Saliranno sul palco gli artisti Joe della Giustina; Paolo “Sandokan” Montanari (voce dei Ma Noi No), Gianluca Tagliavini (tastierista Ma Noi No), Maurizio Bettelli (autore di “Naracauli”, “Luisa”, “Non credevi”, “Babilonia”); Marco Stella (cantautore), Jimmy Scaffardi (batterista Ma Noi No), Cristian Rotondella (batterista Ma Noi No), Pierpaolo Bacchi (chitarrista Ma Noi No), Marco Dallari (autore de “I tre miti”, “Sera Bolognese”, “La mia città”), oltre allo stesso Vanni Cigarini (cantante dei Tatanka e dei Break Floyd tributo ai Pink). Sarà quindi la loro musica a tributare il grande affetto ancora vivo per la figura di GPL.
Lo scenario di Festa Mandrio è stato scelto per il legame indissolubile di Lancellotti con la festa e i suoi componenti, dagli organizzatori ai volontari.
Gian Paolo aveva una predilezione per Festa Mandrio, ora sarà la festa a ricambiarne l’affetto: sarà anche allestito un punto dove poter ammirare alcuni oggetti che gli sono appartenuti.
Appuntamento a Mandrio di Correggio il 15 agosto, primo di tanti appuntamenti che sotto quel cielo riporteranno a momenti indimenticabili, scanditi dalla magica batteria di GPL.

Articolo precedentePer la vigilia di Ferragosto Artinscena propone ben sei appuntamenti tra musica e teatro
Articolo successivoControlli estivi della Guardia di Finanza a tutela dei consumatori e delle imprese che rispettano le regole