Home Bassa modenese Post-sisma, duecento stabilizzazioni per consolidare la ricostruzione

Post-sisma, duecento stabilizzazioni per consolidare la ricostruzione

novi_terremotoOltre duecento assunzioni a tempo indeterminato, per dare continuità al processo di ricostruzione post sisma e stabilità ai lavoratori impiegati fin dal 2013 in questo impegnativo compito, consolidandone le professionalità acquisite.

La società Manpower, che gestisce gli assunti per tali mansioni dopo il terremoto del 2012, ha comunicato oggi ai sindacati, riuniti in Regione al tavolo per il monitoraggio sulla gestione del personale, di aver accolto la richiesta del Commissario delegato per la Ricostruzione e presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini per la stabilizzazione del processo di ricostruzione.

Attualmente, sono impegnate nella ricostruzione circa 600 persone, 270 delle quali già a tempo indeterminato, alle quali se ne aggiungeranno circa 200 interessate dal provvedimento annunciato che hanno contratti in scadenza entro il 31 dicembre 2016. Si tratta di personale tecnico e amministrativo operante nei Comuni colpiti, in Regione e nelle Prefetture.
“La decisione costituisce un passaggio significativo – ha commentato l’assessore regionale con delega alla Ricostruzione, Palma Costi -, che legittima l’importanza del lavoro svolto da queste persone e ne garantisce la competenza, consolidando incarichi indispensabili per la completa rinascita dei centri colpiti dal sisma.