Home Bologna I Comuni della città metropolitana ricordano le vittime delle foibe e l’esodo...

I Comuni della città metropolitana ricordano le vittime delle foibe e l’esodo di Istriani, Fiumani e Dalmati

Il 10 febbraio è il Giorno del Ricordo, istituito per conservare e rinnovare “la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli Istriani, Fiumani e Dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale” (legge 30 marzo 2004/92).

Alla cerimonia ufficiale in programma a Bologna, in rappresentanza della Città metropolitana parteciperà la consigliera Simona Lembi: alle 16.15 in Via Don Sturzo 42, presso il Giardino Martiri dell’Istria Venezia Giulia e Dalmazia, vi sarà la deposizione di una Corona di alloro al Cippo, seguirà la commemorazione ufficiale presso il Teatro San Gioacchino, a cui prenderanno parte Autorità civili e militari, Esuli e Associazioni d’Arma. La Città metropolitana domenica 10 febbraio esporrà le bandiere nazionale ed europea a mezz’asta, come disposto dal Consiglio dei Ministri.

Lunedì 11 febbraio il Comune di Bologna dedica una seduta solenne del Consiglio alle ore 11.30, sono in programma gli interventi di Marco Piazza, vice presidente del Consiglio comunale, Marino Segnan, presidente dell’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia di Bologna, lo storico Gianni Oliva, e Virginio Merola, sindaco di Bologna.

In occasione di questa giornata i Comuni della città metropolitana organizzano diverse iniziative: incontri pubblici, presentazioni di libri, proiezioni di film, spettacoli teatrali. Il programma completo è sul portale della Città metropolitana .

Fra i tanti eventi ricordiamo: domenica 10 a Bologna alle 10 alla Stazione Centrale Binario 1, deposizione di una corona d’alloro alla presenza delle autorità civili e militari. A seguire, insieme al Comune di Castel Maggiore, alle 11 alla rotonda “Martiri delle Foibe” (via Cristoforo Colombo – Via Corticella) deposizione di una corona d’alloro alla presenza di autorità, associazioni d’arma e la Fanfara dei Bersaglieri. Sempre a Bologna, sabato 16 febbraio alle 11 all’ex Villaggio Giuliano, via Beroaldo, sarà deposta una corona d’alloro in collaborazione con il Quartiere San Donato/San Vitale. Mercoledì 20 alle 11 al Giardino Norma Cossetto (uscita Tangenziale 11bis) deposizione di un mazzo di fiori in collaborazione con il Quartiere San Donato/San Vitale.

A Casalecchio di Reno venerdì 8 “Il confine orientale: memorie di un esodo” incontro con Nerina Depangher; a Castel San Pietro Terme sabato 9 lo spettacolo teatrale “Esodi”, inoltre domenica il Comune esporrà a mezz’asta le bandiere nazionale ed europea. Ozzano celebra il Giorno del Ricordo domenica alle 17,30 al palazzo della Cultura (Piazza Allende 18) con lo spettacolo “Foibe: il vento dell’esodo”. A Imola la cerimonia di commemorazione delle vittime si terrà domenica alle ore 10.30 nell’Area Ex Limonaia (incrocio vie Manzoni-Alfieri). Il Comune di Loiano ha organizzato una proiezione per tutta la giornata di domenica di immagini sullo schermo nell’atrio del Municipio.

A Pianoro fino al 12 febbraio, presso il Municipio (piazza Martiri 1), esposizione dell’opera “Il foibato” della scultrice Elena Cifiello. Lunedì 11 febbraio alle 10.30 presso la Sala Consigliare del Municipio “Letture dedicate” con la partecipazione della classe 3^B della scuola primaria di secondo grado ‘Vincenzo Neri’. A San Lazzaro di Savena sabato 9 alle 10.30 sarà deposta una corona d’alloro al monumento ai martiri delle Foibe, alle 11.30 presso la Mediateca presentazione dell’Antologia “Dove andare, dove tornare”.

A San Giovanni in Persiceto sabato 23 febbraio dalle ore 9 alle 13 presso il Teatro comunale (corso Italia 72) è in programma l’iniziativa “Letture, canti e testimonianze dell’esodo giuliano-dalmata”, spettacolo a cura degli studenti dell’Istituto “Archimede” in collaborazione con il Comitato di Bologna dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. A San Pietro in Casale sabato 23 febbraio alle 15.30 nella Biblioteca Mario Luzi si terrà la presentazione del libro “Dove andare, dove tornare” (Autori italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia, dal Novecento al nuovo millennio). Sarà presente Marino Segnan. Lettura a cura di Viviana Rattin.

Nel comune di Valsamoggia domenica l’appuntamento è al centro sociale Renato Cassanelli di Bazzano, alle 17, per una lettura di brani dal volume “Scuole di vita” di Ennio Draghicchio. Scelta dei brani e lettura di Luca Grasselli, accompagnamento musicale di Teresio Testa. A Zola Predosa venerdì 22 febbraio presso l’Auditorium della Scuola Media Francesco Francia, dalle ore 9 alle 11 e dalle 11 alle 13, sono in programma incontri con i ragazzi delle classi III della scuola media. Verrà proiettato il documentario “Esodo – La memoria negata, l’Italia dimentica”, seguiranno gli interventi di Marino Segnan, Maria Grazia Benci (testimone) e Daniela Occhiali (assessora alla Memoria storica).