Home Cronaca San Polo d’Enza: calci e pugni al cognato che urla alla sorella

San Polo d’Enza: calci e pugni al cognato che urla alla sorella



Ha sentito il cognato discutere con sua sorella e, dopo averlo invitato a non urlare all’indirizzo della donna, incurante della presenza del nipote di appena 14 mesi e del fatto che lo stesso cognato fosse reduce da un recente intervento chirurgico, l’ha colpito con pugni, schiaffi e calci, cagionandogli lesioni personali giudicate guaribili dai sanitari del Franchini di Montecchio Emilia in 8 giorni.

Appurati i fatti e alla luce della successiva denuncia, formalizzata dal cognato 30enne all’atto della dimissione dall’ospedale, i carabinieri di San Polo hanno provveduto a denunciare l’uomo, 28enne residente a San Polo d’Enza, in ordine al reato di lesioni personali aggravate dal fatto di aver approfittato di circostanze di persona tali da ostacolare la privata difesa e di aver commesso il fatto alla presenza di minori.

Articolo precedenteIncendio in villetta, ferito vigile del fuoco
Articolo successivoA Mirandola la festa di primavera