Home Reggio Emilia Nuovo anno scolastico: stamattina l’apertura della nuova media ‘Einstein’ che completa il...

Nuovo anno scolastico: stamattina l’apertura della nuova media ‘Einstein’ che completa il polo scolastico 6-13 anni di Villa Bagno

Ha aperto stamattina le porte ai suoi 150 studenti e ai loro insegnati, nel primo giorno di scuola dell’anno 2019-2020, la nuova scuola media Einstein di Villa Bagno. L’edificio, costruito a lato della scuola Elementare realizzata nel 2010, completa il polo scolastico (400 iscritti fra primaria e secondaria di primo grado) dedicato a una frazione cittadina che negli ultimi anni ha avuto un forte sviluppo demografico, con l’insediamento di famiglie con bambini in età scolare e che quindi avvertiva il bisogno di strutture educative in loco.

“Oggi è certamente un giorno speciale per tutti voi e per le vostre famiglie, direi doppiamente speciale: perché il primo giorno di scuola – ritrovare gli amici, gli insegnanti, prepararsi con impegno a un nuovo periodo di crescita – lo è sempre, ogni anno; e perché in questo anno studenti e insegnanti della scuola secondaria di primo grado possono iniziare le loro attività nell’edificio che abbiamo realizzato. Spazi nuovi, accoglienti, luminosi, funzionali, accessibili a tutti e sostenibili sul piano dei consumi energetici. In una parola: belli. E’ importante poter studiare e apprendere in aule con queste caratteristiche, perché anche la bellezza degli spazi aiuta a vivere e a studiare meglio”, ha detto il sindaco Luca Vecchi, che stamattina ha partecipato all’inizio d’anno con allievi, insegnanti e personale scolastico di Villa Bagno.

Alla visita hanno partecipato anche l’assessore all’Educazione e Conoscenza Raffaella Curioni, il dirigente scolastico Bruno Scacchetti ed Eugenio Paterlini funzionario di Officina Educativa (servizi educativi del Comune).

“La scuola – ha aggiunto il sindaco – è per noi punto di riferimento in ogni quartiere e in ogni frazione, sia per le sue funzioni educative e formative, sia per il tessuto sociale in cui ciascuna scuola è inserita. La scuola è ‘alimento’ di ogni comunità. E’ evidente qui a Bagno, dove il nuovo plesso è, anche fisicamente, inserito e funzionale rispetto all’abitato ed accoglie coloro che lo frequentano con uno spazio che è una piazza, non solo un semplice cortile. Le altre strutture realizzare, dalla pista d’atletica alla palestra, aiuteranno a crescere voi ragazzi anche nell’educazione fisica e nel benessere. Quest’anno abbiamo scelto di visitare Elementari e Medie di Bagno, in considerazione della nuova scuola. Da qui i nostri auguri di buon anno scolastico vanno a tutti gli scolari e studenti della nostra città, ai loro insegnati e alle loro famiglie”.


LA SCUOLA – La nuova scuola, realizzata con un investimento di circa 2,1 milioni di euro (di cui 900mila euro del Comune di Reggio Emilia), da oggi ospita 6 classi di scuola secondaria di primo grado per un totale di circa 150 alunni.

L’edificio si sviluppa a piano terra e presenta una dotazione di 6 grandi aule didattiche di superficie media di 50 metri quadrati, un ampio atrio centrale per attività comuni e attrezzato per attività a piccolo gruppo, sala insegnanti con servizio igienico dedicato, 6 servizi igienici per gli studenti, di cui 2 attrezzati per disabili e progettati insieme al Criba.

Gli spazi sono dotati di ampie finestre per garantire una buona illuminazione naturale e l’adeguata ombreggiatura tramite frangisole regolabili elettricamente posti all’esterno delle vetrate.

Ogni scelta costruttiva è stata tesa al miglioramento del rendimento energetico dell’edificio e ha comportato un’attenta progettazione delle componenti morfologiche, degli impianti di riscaldamento e della coibentazione dell’involucro edilizio per ottenere uno status di comfort termico e acustico. Per questo la scuola è dotata di sistemi di produzione del calore a elevata efficienza di energia rinnovabile, prodotta dai sistemi fotovoltaici predisposti in copertura alla scuola.

Gli impianti tecnologici (elettrico, idrico e di riscaldamento) sono improntati all’ottenimento della massima efficienza e comfort e al massimo risparmio energetico.


LA PALESTRA – La scuola è affiancata da una palestra ad essa collegata attraverso un corridoio dedicato. Con una superficie di oltre 280 metri quadrati e un’altezza di 6 metri, è stata progettata per consentirne l’uso per attività sportive come pallavolo o minibasket durante le lezioni di educazione fisica delle due scuole, ma anche per essere utilizzata per attività sportive gestite da società esterne.

La palestra è corredata di due spogliatoi separati, attrezzati con quattro docce e un bagno adatto anche ai disabili, e uno spogliatoio a servizio dell’arbitro durante le competizioni sportive o dagli insegnanti della scuola nelle ore mattutine. A fianco del campo da gioco sono stati realizzati due spazi adibiti a magazzino per il deposito delle attrezzature sportive.

Dall’esterno si può accedere alla palestra e agli spogliatoi da una porta riservata, collegata al parcheggio della scuola da un percorso pavimentato, senza passare dai locali della scuola, in modo appunto che essa possa essere utilizzata anche in orari extrascolastici.

A fianco della palestra è presente una pista di atletica della lunghezza di 60 metri realizzata con materiale sintetico colore rosso. Sulla copertura della palestra è stato realizzato un impianto fotovoltaico.