Home Cronaca Reggio Emilia: tensione prima, durante e dopo l’incontro di Basket Grissin Bon...

Reggio Emilia: tensione prima, durante e dopo l’incontro di Basket Grissin Bon – Virtus Segafredo Bologna

Reggio Emilia, tensione prima, durante e dopo l’incontro di Basket Grissin Bon – Virtus Segafredo BolognaDomenica pomeriggio ha avuto luogo al PalaBigi di Reggio l’incontro di Basket Grissin Bon – Virtus Segafredo Bologna che ha visto la partecipazione di oltre 4500 spettatori, di cui 235 ospiti che hanno raggiunto Reggio Emilia a bordo di due pullman e numerose auto private. Poco prima dell’inizio della partita, verso le 16:30, personale della Polizia di Stato della Questura di Reggio Emilia che stazionava all’incrocio semaforico posto tra via Guasco e viale Timavo, ha notato un nutrito gruppo di ultras bolognesi, quasi tutti indossanti jeans chiari e giacche impermeabili scure con cappuccio alzato, provenire a piedi da piazza Santo Stefano sul controviale pedonale in direzione di via Guasco.I soggetti, giunti all’altezza di via Guasco si sono fermati ed hanno iniziato a proferire frasi offensive e provocatorie verso un gruppo di circa venti tifosi ultras reggiani appartenenti al locale gruppo “Arsan”, che stazionava all’esterno del palazzo dello sport in prossimità dell’ingresso utilizzato per accedere al settore dei tifosi locali. Gli ultras bolognesi hanno continuato ad offendere e ad incitare l’opposta fazione allo scontro, nonostante il tempestivo intervento degli Agenti della Polizia di Stato che hanno evitato il contatto tra i due gruppi provvedendo ad accompagnare gli ultras ospiti nel loro settore e procedendo alla loro identificazione.Per tutta la durata dell’incontro le due tifoserie si sono scambiati cori offensivi ed al termine della partita, durante la fase del deflusso, alcuni ultras reggiani hanno cercato di raggiungere il settore ospiti passando per il campo di gioco. Grazie al pronto intervento del personale delle forze dell’ordine e degli stewards si è riusciti ad evitare il contatto tra le opposte fazioni. Sono in corso accertamenti da parte della Digos di Reggio Emilia per eventuali adozioni di provvedimenti Daspo a carico di alcuni soggetti appartenenti alle opposte tifoserie e/o riserve di settori destinati alle tifoserie organizzate rispetto all’attuale collocazione.