Home Bassa modenese Al via a Mirandola un progetto per le scuole nei 100 anni...

Al via a Mirandola un progetto per le scuole nei 100 anni dalla nascita di Gianni Rodari

Nel 2020 saranno passati 100 anni dalla nascita di Gianni Rodari, 56 dalla pubblicazione de “La freccia azzurra” e de “Il libro degli errori”, e 47 dall’uscita della “Grammatica della fantasia” e de “I viaggi di Giovannino Perdigiorno.” Una serie di ricorrenze per l’autore amato dai bimbi di tutti i tempi, compresi quelli di oggi che sono alla base di un progetto rivolto agli alunni della scuole primarie e secondarie mirandolesi “Libri voci figure per i 100 anni di Gianni Rodari” curato dalla Biblioteca “E. Garin” in collaborazione con il Comune di Mirandola e la cooperativa sociale Equilibri. Progetto che prevede però anche percorsi formativi per gli insegnanti, attività aperte a tutti i bimbi, scrittura creativa ed uno spettacolo.

Si parte già domani, martedì 12 novembre – fino al 15 – al mattino, con un “Laboratorio di illustrazione” con Vittoria Facchini (premio Andersen 2006 come miglior illustratrice dell’anno) rivolto alle classi terze della scuola primaria. Sempre Vittoria Facchini, giovedì 14 novembre, presso la biblioteca “E. Garin” alle ore 16.30, terrà il laboratorio per bambine e bambini dai 6 ai 10 anni – con prenotazione obbligatoria – “La palma della mano i datteri non fa… Illustrare mani e piedi rigogliosi con fantastica a volontà”. Info e prenotazioni, Biblioteca “E. Garin” via 29 Maggio tel. 0535 29783/29778; biblioteca.mirandola@comune.mirandola.mo.it.

Si proseguirà poi il 3, 4 e 6 dicembre prossimi con “Cascar nei libri a capofitto”, per le classi prime della scuola secondaria, ripetuto dal 14 al 16 gennaio 2020 per le classi quinte della scuola primaria, entrambi tenuti da Irene Catani.

Chiara Carminati, scrittrice e formatrice, vincitrice di numerosi premi letterari, coinvolgerà invece gli insegnanti di ogni ordine e grado martedì 21 gennaio, con un percorso formativo su “Esercizi di fantasia Parole e storie da coltivare da Rodari ai bambini”. L’ultimo appuntamento è fissato per mercoledì 25 marzo 2020 con “La melodia delle parole: illustrazione del processo di scrittura creativa alla base di una performance musicale” (relazione di Elena Bompani della Fondazione Scuola di Musica Andreoli): un progetto di storytelling con i bambini che poi troverà una sua realizzazione sonora sotto la guida dell’insegnante; seguito – sempre nello stesso giorno – da “Idee Geniali”, spettacolo dell’Orchestra Parlasuonando diretta dal M. Alessandro Vanzini su musiche del compositore Alessandro Pivetti.

“Sono tante le date che ci riconducono a Rodari – afferma Marina Marchi Assessore all’istruzione per il Comune di Mirandola – e si potrebbe continuare a dare i numeri, anche se servirebbero tantissimi anni per approfondire tutta l’opera di Rodari ed ancor di più per raccontarne la complessità, il valore culturale ed educativo. Quindi scegliamo di partire da un solo dato di fatto: al centro di tutta l’opera di Gianni Rodari ci sono i bambini e le bambine. C’è l’urgenza educativa di aiutarli a crescere come persone felici, solidali, critiche, in grado di interpretare la realtà e di trasformarla. Con questo progetto la biblioteca cercherà di offrire ai ragazzi esperienze significative passando dalle storie: storie che si leggono e si disegnano, che si guardano e che si ascoltano, storie che si fanno voce, musica e attraversano il corpo, tutto intero. Un percorso che prevede appunto quelle di Gianni Rodari, comprese poesie e filastrocche sue. Ma pure i libri e i versi di tanti altri autori ed autrici. Un coro di parole, o meglio una sinfonia di storie per festeggiare i 100 anni dalla sua nascita”.