Home Bassa modenese Sul territorio dell’Area Nord della provincia modenese parte YOUng in ACTion: un...

Sul territorio dell’Area Nord della provincia modenese parte YOUng in ACTion: un progetto che parla ai giovani del territorio

Sul territorio dell’Area Nord della provincia modenese è in partenza il progetto YOUng in ACTion, che mira ad offrire possibilità di incontro, aggregazione, coinvolgimento e formazione a ragazzi tra i 16  e i 30 anni, in particolare a quei giovani (i cosiddetti neet) che non vanno a scuola e non lavorano, che soffrono più spesso di isolamento sociale.

Il progetto è sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna ed è promosso da numerose realtà del terzo settore dell’Area Nord: Ass.ne Sostegno DSA, Associazione Volontari Acquaragia, ASD Tennis Club Mirandola, Giardino Botanico La Pica, Manitese, Caleidos e tutte le Avis comunali dell’Area Nord.

“Il progetto dura un anno (da novembre 2019 a novembre 2020) e partirà a metà novembre con le prime attività organizzate dalle associazioni presso le proprie sedi, ciascuna nel proprio ambito di competenza e interesse – spiega Giuliana Grisendi, presidente dell’Associazione Sostegno DSA di Mirandola, capofila del progetto YOUng in ACTion – Alcune delle attività proposte ai giovani intendono trasmettere competenze tecniche anche professionali (es. corsi di potatura, cucina, orticultura), direttamente spendibili sul territorio. Altre attività, invece, perseguono l’obiettivo di aiutare i giovani a superare alcune loro difficoltà (es. lettura veloce) o a scoprire i propri talenti (es. pittura botanica). Altre ancora, infine, intendono diffondere e promuovere valori e principi etici e solidaristici: dai valori dello sport alla sostenibilità e al rispetto della natura, dalla cura dell’ambiente naturale e degli animali alla prevenzione del bullismo, dalla valorizzazione dei saperi antichi alla promozione della donazione del sangue. Valori che potranno ripercuotersi a cascata sulle famiglie dei ragazzi e sulla cerchia delle loro conoscenze”.

Molto importante per i ragazzi sarà la possibilità di creare nuove relazioni significative con gli altri giovani che conosceranno grazie al progetto e con gli operatori e i volontari che propongono le attività, oltre a toccare con mano la ricchezza associativa del territorio. Le attività del progetto consentiranno, inoltre, di coinvolgere tutta la comunità, sia a livello informativo che agli eventi previsti che si estenderanno a tutta la cittadinanza: mostra fotografica, conferenze sullo sport, proiezione di cortometraggi creati dai ragazzi, degustazione di prodotti…

Le prime attività previste sono il laboratorio di pasta all’uovo per la produzione del maccherone al pettine, proposto dall’Associazione Volontari Acquaragia, in partenza il 28 novembre; il corso di lettura veloce SuperReading per potenziare l’efficacia di lettura in particolare nei ragazzi con diagnosi di dislessia studiato dall’Università IULM di Milano e proposto dall’Ass. Sostegno DSA in partenza dal 25 novembre e il corso introduttivo alla potatura di alberi e arbusti organizzato dall’Ass.ne Giardino Botanico la Pica con inizio il 30 novembre.

Per iscrizioni, rimanere aggiornati sul progetto e consultare il calendario delle attività previste scrivere a younginaction2019@gmail.com, tel. 347 9992062, Facebook: young in action 2019, Instagram: you_act19.