Da domani, su tutto il tratto dell’Autobrennero campagna contro la violenza sulle donne






    Un messaggio semplice, chiaro, diretto di prevenzione alla violenza sulle donne. Biancarosa Onlus, da anni impegnata sul tema, in occasione di questo 25 novembre ha trovato in Autostrada del Brennero SpA un partner eccezionale per sensibilità e per capacità di diffusione. Sono in media circa 25.000 i veicoli privati che ogni giorno percorrono i 314 Km dell’Autobrennero attraversando Emilia, Lombardia, Veneto, Trentino, Alto Adige e facendo sosta in 22 aree di servizio: è qui che Autobrennero ospita l’iniziativa trasmettendo a rotazione uno spot appositamente realizzato.

    Non serve chiedere, cercare, dover vincere pudori e paure, ma basta alzare gli occhi verso il monitor presente nell’area di servizio per poter cogliere una serie di messaggi che suggeriscono quale può essere l’atteggiamento per uscire da una situazione di violenza o per contrastarla.

    “Nello spot di 30 secondi scorre una serie di domande e risposte, in questo modo chi vive il problema o vi assiste quotidianamente può trovare maggior forza per chiedere aiuto. La chiave di tutto è la sensibilizzazione e la spinta ad uscire dal silenzio. – dice Marianna Montanini, Presidente Biancarosa Onlus – Nella schermata abbiamo voluto inserire anche un indirizzo e-mail al quale potersi rivolgere. La disponibilità di Autostrada del  Brennero rappresenta, oltre che un raro esempio di sensibilità, uno scatto in avanti verso una forma efficace di informazione collettiva: è necessario infatti trovare formule che raggiungano l’utenza più vasta possibile nella sua vita quotidiana.”

    Biancarosa Onlus, centro di sensibilizzazione contro la violenza domestica, fondato a Verona nel 2007 da un gruppo di donne che si sono incontrate in un centro antiviolenza e hanno deciso di mettere a disposizione la loro esperienza. L’impegno di Biancarosa Onlus è sensibilizzare istituzioni, legislatori, operatori, opinione pubblica attraverso ricerche, iniziative di critica e informazione, ma anche progetti di comunicazione sociale.

     









    Articolo precedenteExchange “Experts in Civil Protection”: gemellaggio tra Vigili del fuoco italiani ed inglesi
    Articolo successivoRicostruzione post sisma, oggi pomeriggio a Concordiataglio del nastro per la scuola primaria “Gasparini”