Home Appennino Reggiano La fiera d’inverno corona le feste natalizie a Villa MInozzo

La fiera d’inverno corona le feste natalizie a Villa MInozzo

La fiera d’inverno andrà in scena domenica, in uno squisito clima natalizio, che già traspira in ogni angolo del paese, addobbato a festa. L’evento è a cura della Pro loco col patrocinio del Comune.

“Il sipario – spiega il sindaco Elio Ivo Sassi – si alzerà alle 9 del mattino con la possibilità di visitare i mercatini allestiti in piazza della Pace e in via Roma, che resteranno aperti tutto il giorno. Non mancheranno gli assaggi enogastronomici, con la possibilità, fra l’altro, di degustare il vin brulé, e per i più piccoli, ma non solo, lo zucchero filato. Sono in programma diversi spettacoli, tra cui i giochi di fuoco e i trampolieri luminosi”.

Durante la giornata sarà anche aperta la Casa di Babbo Natale, che da oltre dieci giorni accoglie bambini villaminozzesi e provenienti da diverse località della montagna, e non solo. Inoltre ci sarà una vendita di torte il cui ricavato sarà devoluto all’Istituto scolastico comprensivo per tutti i plessi, Asta, Minozzo e Villa.

“Per il secondo anno consecutivo – continua il primo cittadino – lungo le strade del capoluogo si snoderà poi, in notturna, il Presepe vivente, organizzato dalla Parrocchia, con partenza dal sagrato della chiesa. Il ritrovo è per le 18.30. La sacra rappresentazione, che avrà inizio alle 20.30, si inserisce nella profonda tradizione cristiana dei nostri borghi. Sarà anche l’occasione per raffigurare antichi mestieri, molti dei quali in via di estinzione o che non esistono proprio più”. Si potranno infine assaporare pane casereccio e polenta, accompagnati da brulé, latte caldo e altre specialità.

Il via ufficiale alle manifestazioni del periodo natalizio è avvenuto l’8 dicembre con l’accensione dell’albero di Natale, di fronte al municipio, alla presenza, fra gli altri, dello stesso sindaco. “In occasione dell’Immacolata – rileva la Pro loco di Villa – hanno visitato la Casa di Babbo Natale oltre quattrocento persone, tra adulti e fanciulli, che sono rimaste incantate dalla scenografia, con la possibilità, per i più piccoli, di preparare pozioni magiche, con l’aiuto degli elfi, e di ascoltare fantastiche favole. Inoltre hanno potuto consegnare la loro letterina al Babbo e farsi scattare con lui una foto ricordo. Ciò che sarà possibile effettuare pure domenica, così come stanno facendo da alcuni giorni centinaia di alunni di diverse scuole dell’Appennino, che hanno concordato con noi una visita didattica”.

“Il nostro intenso cammino verso il Natale – rileva poi Elio Ivo Sassi – è proseguito mercoledì e giovedì sera al teatro I Mantellini, rispettivamente con il concerto degli alunni delle elementari e delle medie e la serata corale di beneficenza a favore della Croce verde, e continuerà dopo la celebrazione della nascita di Gesù con il concerto serale del corpo bandistico del paese, il 27 dicembre, sempre in teatro, e lo spettacolo della compagnia Didinò, la sera successiva”.

Ci si avvicinerà, infine, alla conclusione dell’anno con l’iniziativa Alle falde del Cusna, “una giornata all’insegna della promozione turistica, sportiva e agroalimentare dell’Appennino tosco-emiliano – conclude il sindaco – che si terrà domenica 29 dicembre, dalle 14.30, ancora in piazza della Pace e nella rocca del capoluogo, indetta dall’associazione Villacultura, sempre con il patrocinio dell’Amministrazione comunale e con il contributo di alcune realtà economiche locali”.