Santissimo Tronco ‘scoperto’, questa mattina, per la preghiera di Don Giovanni Rossi






    Una preghiera al Santissimo Tronco, ‘scoperto’ questa mattina. L’ha recitata Don Giovanni Rossi, responsabile dell’Unità Pastorale di Sassuolo Centro, presso la Chiesa di San Francesco in Rocca, dove è custodito il Crocefisso donato alla città dagli Estensi alla fine del ‘500 e tuttora simbolo della devozione cittadina. Navate deserte, in conformità alle prescrizioni anti-contagio, e preghiera trasmessa in diretta Facebook e seguita da parecchi, dal momento che la ‘scoperta’ del Santissimo Tronco, di solito ‘nascosto’ da un velario, è cerimonia che ha luogo solo in particolari occasioni quali la Pasqua o solenni momenti di preghiera.









    Articolo precedenteCoronavirus: rinviati i termini di alcuni pagamenti e adempimenti in campo ambientale. Lo ha deciso la Giunta regionale
    Articolo successivoCoronavirus. Centri commerciali e negozi, in Emilia-Romagna sabato e domenica confermate le misure restrittive in vigore