Home Appennino Bolognese L’istruzione è un bene essenziale: l’Appennino bolognese si attiva per la consegna...

L’istruzione è un bene essenziale: l’Appennino bolognese si attiva per la consegna a domicilio di quaderni e penne

I Comuni dell’Unione dell’Appennino bolognese e Alto Reno Terme hanno contattato i rivenditori del territorio di materiale di cancelleria (penne, matite, quaderni) per rendere possibile un servizio di vendita e consegna a domicilio di questo materiale. La risposta positiva dei commercianti non si è fatta attendere.

In questi giorni infatti le cartolerie sono chiuse per l’emergenza legata al contagio da Covid-19 e per molte famiglie le scorte di quaderni e matite si avviano ad esaurirsi, con il rischio che i bambini, già sofferenti per l’impossibilità di uscire, sia tolta anche la possibilità di scrivere, disegnare o fare i compiti su carta.

Valentina Cuppi, assessora alla cultura e alla scuola per l’Unione dei comuni dell’Appenino bolognese, spiega che «In questi giorni tanti bambini, chiusi in casa, non hanno nemmeno quaderni e matite per disegnare o fare i compiti, specie i più piccoli che non possono usare un computer. Il servizio della cancelleria a domicilio che abbiamo attivato grazie alla buona volontà di tanti esercenti è fondamentale. L’istruzione è un bene essenziale anche in emergenza».

Sul sito dell’Unione dell’Appennino bolognese è presente la lista degli esercenti, costantemente aggiornata, in grado di fornire questo servizio