Home Modena FIARC Confesercenti Modena: in ginocchio anche la categoria degli agenti di commercio

FIARC Confesercenti Modena: in ginocchio anche la categoria degli agenti di commercio

FIARC Confesercenti Modena chiede di porre attenzione alla pesante situazione economica in cui si trova la categoria, ferma da settimane a causa della chiusura delle aziende. Gli agenti e rappresentanti di commercio nei giorni scorsi sono almeno riusciti a essere inclusi e ad avere accesso al Bonus di 600 euro per autonomi, liberi professionisti e stagionali. “Vista la situazione economica in cui vertiamo, si tratta di un risultato ancora più importante – commentano dalla Federazione Italiana Agenti e Rappresentanti di Commercio Confesercenti Modena – raggiunto grazie all’impegno della categoria e, in particolare, del sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze senatrice Maria Cecilia Guerra. L’ottenimento dell’indennizzo contribuisce a restituire un po’ di fiducia agli operatori del settore, così fortemente penalizzati dalle misure di lockdown messe in campo a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus e che si protrarranno, come ormai annunciato, fino al 13 aprile, aggravando ulteriormente la situazione”.

Gli agenti di commercio sono stati infatti inclusi nella platea dei beneficiari dell’indennità di 600 euro destinata dall’art. 28 del Decreto Cura Italia ad “autonomi, liberi professionisti, stagionali, operai agricoli e lavoratori dello spettacolo” solo in un secondo momento.

Da una prima interpretazione del decreto Cura Italia risultavano esclusi, in quanto era stato spiegato dal MEF che questo articolo riguardava solamente chi non era iscritto ad altra forma di previdenza obbligatoria quale la Fondazione Enasarco, ovvero l’Ente Nazionale di Assistenza per gli Agenti e Rappresentanti di Commercio.

Fiarc Confesercenti aveva subito sollecitato un chiarimento con il quale si evidenziava come un’interpretazione letterale del Decreto avrebbe portato all’esclusione della categoria. Un importante riscontro in merito è stato fornito dal sottosegretario al MEF senatrice Guerra, che aveva immediatamente chiarito come anche gli agenti di commercio avessero diritto all’indennizzo.