Home Economia Provincia di Reggio Emilia, approvata prima variazione al Bilancio

Provincia di Reggio Emilia, approvata prima variazione al Bilancio

Il Consiglio provinciale, riunitosi nuovamente in videoconferenza in osservanza delle disposizioni governative in atto causa emergenza sanitaria Covid-19, ha approvato oggi pomeriggio con 8 voti favorevoli (Centro Sinistra in Provincia) e 2 contrari (Terre Reggiane)  la prima variazione al Bilancio 2020. Una variazione complessiva da poco più di 7,6 milioni che si limita ad applicare parte dell’avanzo vincolato e destinato, nonché i fondi già pervenuti dalla Stato e relativi al contributo per le spese straordinarie relative all’emergenza sanitaria: 100mila euro che saranno utilizzati per pulizia e sanificazione di uffici ed automezzi, nonché per l’acquisto dei dispositivi di sicurezza individuali.

Per quanto riguarda l’avanzo vincolato, è stato applicato per un importo di 2 milioni 833.138,44 euro, tra cui 1,65 milioni di compartecipazione alla tangenziale di Rubiera, 301.000 euro di trasferimento al Comune di Montegallo dei fondi per la ricostruzione della scuola dopo il sisma in Centro Italia, 227.000 alla parte corrente per manutenzione ordinaria di strade e scuole, 90mila euro per piste ciclabili e 70mila euro per l’acquisto di un immobile a uso scolastico a Castelnovo Monti.

Interamente applicato l’avanzo destinato ad investimenti, pari a 213 mila euro, di cui 209 mila per manutenzione straordinaria strade e 4 mila euro per attrezzature informatiche. Per quanto riguarda gli investimenti, si prevede, inoltre, un incremento di fondi regionali per l’edilizia scolastica di 800 mila euro e di 1,7 milioni per interventi stradali, nonché ulteriori 900mila euro dallo Stato sempre per le strade.

Infine, con la variazione al Bilancio è stato aggiornato il piano delle alienazioni con la previsione della vendita del magazzino di via Manicardi per l’importo di 70mila euro e sono stati incassati 647mila euro di dividendi straordinari Autobrennero di cui la Provincia, come noto, è rimasto l’unico ente pubblico reggiano azionista. Il ricavato delle cedole è stato destinato per 200 mila euro ad interventi sugli edifici scolastici, per 80mila all’ampliamento del liceo Corso di Correggio e per 367mila sempre per la manutenzione delle strade provinciali.