Home Modena Modena, “Energia” e danni da grandine: fondi per 360 mila euro

Modena, “Energia” e danni da grandine: fondi per 360 mila euro

Finanziamenti per circa 150 mila euro dalla Protezione civile per gli interventi agli edifici comunali che hanno subito danni della grandinata del giugno 2019 e un contributo di 210 mila euro del ministero degli Interni per investimenti sull’efficientamento energetico di due impianti sportivi e di una scuola. Ha un valore complessivo di 360 mila euro in conto capitale, quindi, la variazione di bilancio del Comune di Modena, la seconda per il 2020, con la quale queste risorse vengono messe a disposizione dell’amministrazione per realizzare i lavori nei prossimi mesi.

Il provvedimento è stato approvato nei giorni scorsi dalla giunta, su proposta dell’assessore al Bilancio Gianpietro Cavazza, e dovrà essere ratificato dal Consiglio comunale a metà giugno, nella stessa seduta in cui si provvederà anche ad approvare il Consuntivo 2019.
I tre interventi relativi all’efficientamento energetico riguardano l’impianto sportivo per il pattinaggio di via Genziana a San Donnino (90 mila euro per la sostituzione della copertura e per il rinnovo dell’illuminazione interna con lampade a Led), la riqualificazione dell’illuminazione esterna del Palapanini in via dello Sport (50 mila euro per la sostituzione di 14 pali e la riconversione a Led), la riqualificazione dell’impianto termico delle scuole primarie Pascoli (25 mila euro per un aumento dei radiatori nelle aule e nei corridoi). Complessivamente, oltre al miglioramento delle prestazioni, si calcola un risparmio economico di circa 25 mila euro all’anno per il consumo di gas e di oltre 6 mila euro per l’elettricità.

I finanziamenti per i danni causati dalla grandine sono divisi in due blocchi: circa 110 mila euro servono per il completo ripristino di impianti termici e l’eliminazione di fessurazioni esterne in una dozzina di edifici: Casa Anziani Vignolese, il nido Barchetta, la sede della Polizia locale, la sede comunale del Servizio Tecnico manutentivo; le scuole primarie Costa Cittadella, Gramsci, Costa e Galilei; le scuole medie Cavour, Marconi e Calvino.
Con gli altri 40 mila euro, invece, si interviene per il rispristino dei danni in 12 edifici scolastici e nella sede della Polizia municipale del Centro storico in via Fabriani. Le scuole sono: le primarie Galilei, Cittadella, Bersani; i nidi Piazza, Gambero e Cipì; le scuole d’infanzia Villaggio Zeta, Villaggio Artigiano; Tamburini; Madonnina e Toniolo.